Fast and Furious tra le vie della città, tentano di buttare fuori strada i Carabinieri: arrestati

I due dopo un inseguimento da film hollywoodiano sono stati bloccati ed arrestati. In fuga invece i loro complici

Foto d'archivio

Un furgone, un'auto in fuga e una pattuglia dei Carabinieri che insegue a tutta velocità. Potrebbe benissimo essere una scena di un film d'azione americano. Invece è ciò che è accaduto nella notte di Ferragosto in zona Monterosso Stazione, poco distante da Sassoferrato. 

L'inseguimento è iniziato intorno alle 3, quando i militari si sono avvicinati ad un furgone ed un'automobile che alla loro vista avevano spento i fari. A quel punto entrambi i mezzi hanno effettuato una pericolosa inversione ad u, fuggendo poi in direzione Pergola. L'automobile davanti che prendeva il largo fuggendo nella notte ed il furgone dietro a fare da tappo e rallentare la pattuglia dei militari. Poi improvvisamente il conducente del furgone ha iniziato a fare zig-zag tentando di buttare fuori strada i Carabinieri. Dopo una fuga durata circa 5 km i militari sono riusciti a fermarli ed arrestarli. A bordo due marocchini di 30 e 37 anni, residenti a Cagli, che nascondevano anche delle dosi di hashish. Secondo una prima ricostruzione l'automobile davanti era stata rubata poco prima con il furgone che stava facendo da palo . I Carabinieri inoltre hanno denunciato uno dei due anche per essersi rifiutato di effettuare il test per l'alcol e per gli stupefacenti. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Non lo vedono giorni, i vicini danno l'allarme ma è troppo tardi: uomo morto in casa

  • Marche di nuovo in zona gialla? Acquaroli ci spera: «La curva sta scendendo»

  • Lutto in Comune, morta a 45 anni la dipendente Patrizia Filippetti

  • Nuova ordinanza, ancora sacrificio per i commercianti: vietato mangiare all'aperto

  • Pauroso incidente a Sappanico, dell'auto rimane solo la carcassa

  • «Democrazia sospesa dai Dpcm, ora querele contro chi li applica: polizia e sindaci»

Torna su
AnconaToday è in caricamento