Operaio ustionato da una bombola di ossigeno, ennesimo infortunio al porto

Un 48enne è rimasto ferito alle braccia e al collo, soccorso dal 118 e dalla Croce Gialla

foto d'archivio

Ancora un infortunio al porto di Ancona, dopo la tragica morte di Luca Rizzeri, l'agente marittimo di 34 anni ucciso dalla frustata della cima di una nave, il 10 giugno scorso.

Stavolta l'allarme è scattato in via Vanoni, nell’area portuale. Un operaio di 48 anni è rimasto ustionato a seguito della fuoriuscita di ossigeno da una bombola che stava riempendo. Le cause sono ancora in corso di valutazione. E’ accaduto alla Sol Spa. La fiammata improvvisa ha investito in pieno l’uomo, che è stato raggiunto alle braccia e anche al collo. Sul posto è intervenuto il 118 con la Croce Gialla che ha soccorso l’operaio e l’ha trasportato all’ospedale di Torrette con un codice di media gravità.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schianto in moto, il centauro lotta tra la vita e la morte: si indaga sulle cause

  • Schianto sulla Cameranense, Giuliano è morto: ha donato gli organi

  • Il supermercato Tuodì chiude dopo 18 mesi dall'apertura: «Troppa concorrenza»

  • Schianto pauroso sulla Cameranense, tre i mezzi coinvolti: motociclista gravissimo

  • Investito da un'auto dopo essere uscito dal bar, è grave un uomo di 64 anni

  • Furgone travolto da un trattore, addio al "mago" del ferro: Gigi ha donato gli organi

Torna su
AnconaToday è in caricamento