Operaio ustionato da una bombola di ossigeno, ennesimo infortunio al porto

Un 48enne è rimasto ferito alle braccia e al collo, soccorso dal 118 e dalla Croce Gialla

foto d'archivio

Ancora un infortunio al porto di Ancona, dopo la tragica morte di Luca Rizzeri, l'agente marittimo di 34 anni ucciso dalla frustata della cima di una nave, il 10 giugno scorso.

Stavolta l'allarme è scattato in via Vanoni, nell’area portuale. Un operaio di 48 anni è rimasto ustionato a seguito della fuoriuscita di ossigeno da una bombola che stava riempendo. Le cause sono ancora in corso di valutazione. E’ accaduto alla Sol Spa. La fiammata improvvisa ha investito in pieno l’uomo, che è stato raggiunto alle braccia e anche al collo. Sul posto è intervenuto il 118 con la Croce Gialla che ha soccorso l’operaio e l’ha trasportato all’ospedale di Torrette con un codice di media gravità.  

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Muore a 35 anni sotto gli occhi del fratello, tragedia nella baia: inutili i soccorsi

  • Precipita dal 5° piano della sua palazzina, gravissima una ragazza di 20 anni

  • Aggressione in piazza, donna tira varichina in faccia ad un passante: resta ustionato

  • Travolta mentre è in sella al suo scooter, grave una ragazza

  • Allarme formaldeide nelle classi, il sindaco ordina la chiusura del nuovo asilo

  • Colto da un infarto in auto, choc nel parcheggio del centro commerciale

Torna su
AnconaToday è in caricamento