menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Lavoro, dati Inail 2020. Cisl Marche: «Oltre 2.800 infortuni Covid»

È la denuncia della Fp-Cisl Marche che ha analizzato i dati Inail al 31 dicembre 2020. Il 45,8% degli infortuni Covid riguarda il settore sanità ed assistenza sociale

Sono state 2.821 le denunce per infortuni da Covid-19 registrate nelle Marche nel 2020. Tra queste 1.992 sono donne (70,6%) e 829 uomini (29,4%). È la denuncia della Fp-Cisl Marche che ha analizzato i dati Inail al 31 dicembre 2020. Il 45,8% degli infortuni Covid riguarda il settore sanità ed assistenza sociale.

«Dai dati Inail sugli infortuni Covid 19- spiega in una nota il segretario generale Cisl-Fp Marche, Luca Talevi- si evince purtroppo chiaramente come la crisi pandemica abbia colpito pesantemente i professionisti della sanità marchigiana, con particolare riferimento ad infermieri ed operatori socio-sanitari». Marzo è stato il mese più critico per gli infortuni (oltre un terzo del totale) seguito da novembre e dicembre. «A dimostrazione di come anche la seconda fase pandemica abbia coinvolto pesantemente i professionisti della salute marchigiani- continua Talevi-. Se infatti, eccetto il mese di marzo, la media regionale degli infortuni Covid era in linea con quella nazionale, il mese di dicembre registra un picco di infortuni (+23,7%) rispetto a novembre. Da rilevare come siano in aumento anche gli infortuni Covid riguardanti gli agenti di Polizia municipale operanti quotidianamente nel territorio».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

«Venerdì firmo la nuova ordinanza, zona rossa fino al 14 marzo»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AnconaToday è in caricamento