Giovedì, 24 Giugno 2021
Cronaca

Qualità della vita, Ancona stabile al 31° posto: il traino è la cultura ma crolla il lavoro

L'indagine annuale del Sole 24 Ore premia l'offerta di mostre e concerti, ma il capoluogo peggiora per occupazione, giustizia e sicurezza con un'impennata dei furti

Ancona è al 31° posto per qualità della vita (foto di Francesco Ciampi)

Una città che cresce poco sul piano demografico, del lavoro e dei consumi, peggiora sul piano della giustizia e della sicurezza, ma garantisce un’elevata offerta culturale ai suoi abitanti. E’ lo spaccato che emerge dall’indagine sulla qualità della vita pubblicata, come ogni anno, dal Sole 24 Ore.

Nella classifica generale dominata da Milano davanti a Bolzano e Trento, il capoluogo dorico si è piazzato al 31° posto, proprio come l’anno scorso, ma in trent’anni ha guadagnato 15 posizioni: nelle Marche, la performance migliore è di Ascoli (26°), seguono Macerata (32°), Fermo (50°) e Pesaro (53°). Ad Ancona spicca il 12° posto nel settore Cultura e Tempo libero che prende in considerazioni vari indicatori, tra cui le mostre ed esposizioni: da questo punto di vista la città è seconda soltanto dietro Aosta con una media di quasi 6 spettacoli ogni mille abitanti. Buona anche l’offerta di librerie (10 ogni 100mila abitanti, 9° posto) e concerti (14° posto).

Per il resto, non c’è stato un sostanziale miglioramento, anzi. L’indagine evidenzia un crollo vertiginoso (40 posizioni) nel settore Affari e Lavoro (47° posto) dove pesa la disoccupazione generale all‘8,8%, quella giovanile al 23%, il saldo a zero delle imprese giovanili e i fallimenti, mentre vanno bene le startup innovative. Male anche il settore Giustizia e Sicurezza (dal 49° al 65° posto in 5 anni): preoccupano i furti in abitazione (308 ogni 100mila abitanti, 59° posto in Italia), lo spaccio di stupefacenti (96° posto) e gli incidenti stradali (81°). Ancona ripiomba in 55^ posizione per Demografia e Società, indicatore che tiene conto, tra gli altri, del tasso di mortalità, natalità (73° posto) e indice di vecchiaia (63°). Stabile la sezione della Ricchezza e Consumi (47°), lieve miglioramento per Ambiente e Servizi (33° posto) in cui incidono positivamente l’indice del clima (12°) e l’offerta del trasporto pubblico (20°). Resta il bel dato della Cultura che conferma una tendenza già evidenziata nell’indagine dell’agosto 2018 quando Ancona risultò 13esima e seconda per esposizioni ed eventi legati all’arte. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Qualità della vita, Ancona stabile al 31° posto: il traino è la cultura ma crolla il lavoro

AnconaToday è in caricamento