menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Dehors, Mole, ex Angelini, Portonovo: il Comune fa il punto con la Sovrintendenza

Il sindaco Valeria Mancinelli, accompagnata dal vice sindaco e assessore all'Urbanistica Pierpaolo Sediari, ha avuto un incontro con Lorenza Mochi Onori, direttore della Soprintendenza regionale ai Beni culturali

Il sindaco Valeria Mancinelli, accompagnata dal vice sindaco e assessore all’Urbanistica Pierpaolo Sediari, ha avuto un incontro con Lorenza Mochi Onori, direttore della Soprintendenza regionale ai Beni culturali, Stefano Gizzi Soprintendente per i Beni Architettonici e Paesaggistici delle Marche e Biagio de Martinis, dirigente della Soprintendenza.
Diverse le questioni sulle quali Amministrazione e Sovrintendenza si sono confrontate: i lavori di completamento della Mole, il piano particolareggiato di Portonovo, il futuro dell’ex Angelini, la questione dei dehors e il recupero del patrimonio monumentale della città.

Comune e Sovrintendenza, informa una nota di Palazzo del Popolo, hanno deciso di effettuare alcuni approfondimenti congiunti, anche mediante specifici sopralluoghi, ad iniziare dall’ex area Angelini, con l’obiettivo di condividere le modalità per possibili interventi futuri.  
Il confronto è proseguito esaminando le altre questioni aperte come il piano particolareggiato di Portonovo, sul quale Amministrazione e Sovrintendenza hanno “manifestato sostanziale condivisione”, come per per il recupero e i lavori definitivi della Mole.

DEHORS. Sulla questione dei dehors la Sovrintendenza “ha ribadito che esiste per l’area delle “Tredici Cannelle” una situazione diversa rispetto ad altre zone della città a causa di una presenza monumentale rilevante.  La  diversa disciplina dei dehors per quella zona non rappresenta una anomalia ma ha ragion d’essere proprio per la peculiarità del luogo”, aspetto che “è stato condiviso dall’Amministrazione”.
Sulla durata temporale dell’apertura dei dehors in quell’area, l’Amministrazione comunale “ha fatto presente che questa potrebbe essere superata ed estesa fino a dicembre, senza che questo contraddica la diversità che c’è in quella zona che è già tutelata dalle modalità in cui sono realizzati i dehors”. Su questo punto la soprintendenza si è riservata di approfondire la questione e quindi di confrontarsi nuovamente con il Comune.

“Per risolvere i problemi – ha affermato il sindaco Mancinelli alla fine dell’incontro - quando c’è, come accade ora, un proficuo dialogo, non servono le superficiali polemiche a mezzo stampa. Serve invece coltivare il confronto e il dialogo tra le istituzioni perché solo così si trovano le soluzioni vere e ciò è quello che intendiamo a fare”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AnconaToday è in caricamento