Incidente a Torrette, scontro tra auto all’incrocio: coinvolti due bambini

Entrambi i minori sono stati portati al pronto soccorso. In un primo momento sembrava che il semaforo fosse lampeggiante, ma alcuni testimoni dicono il contrario

Le immagini dell'incidente, credit: Giusy Marinelli

Brutto incidente giovedì sera, all'incrocio tra via Conca e via Esino. Due auto si sono scontrate nei pressi del semaforo, intorno alle 22.30. In un primo momento si pensava che il semaforo dell'incrocio fosse lampeggiante, ma alcuni testimoni avrebbero affermato il contrario.

Una Panda, condotta da una 42enne di Ancona, percorreva via Esino, quando al semaforo si è scontrata con una Punto che proveniva dalla parte opposta. Dopo lo schianto la Panda si è ribaltata almeno tre volte, finendo la sua corsa al lato della carreggiata dopo l'incrocio. A bordo del mezzo oltre alla donna, c'erano due bambini di 11 anni: suo figlio ed un suo amico. Tanta paura per i due minori a bordo che, insieme alla 42enne, sono stati trasportati al pronto soccorso. Se in un primo momento si pensava che il semaforo fosse stato lampeggiante, alcuni testimoni avrebbero affermato che al momento del passaggio della Panda, il semaforo fosse verde. Sul posto è intervenuta l'automedica del 118, che ha prestato soccorso ai feriti. Anche la Polstrada è intervenuta, cercando di chiarire la precisa dinamica dell'impatto. La donna è uscita ieri (venerdì) dall'ospedale. Per lei un trauma cranico, venti punti di sutura al gomito ed un ginocchio dolorante.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dpcm 3 dicembre (Natale) e Dl spostamenti, cosa cambia nelle Marche: le modifiche

  • Vitamina D: perché è importante, dove trovarla e come accorgersi di una carenza

  • Marche zona gialla o zona arancione? Acquaroli fa chiarezza

  • Dramma nella notte, Yasmine muore a soli 20 anni: il cordoglio da tutta la città

  • LE MARCHE TORNANO ZONA GIALLA

  • Ora è ufficiale, le Marche di nuovo in zona gialla: ma cosa cambia da domenica?

Torna su
AnconaToday è in caricamento