Schianto tra tir sulla SS76, interviene il nucleo di decontaminazione: gravissimo un camionista

I vigili del fuoco hanno dovuto ripulire l’area con l’intervento del Nucleo NBCR, impegnato a bonificare l’area in presenza di sostanze potenzialmente pericolose e contaminanti

I vigili del fuoco nel tentativo dell'estrazione del ferito

Stavano percorrendo la corsia di collegamento tra la Strada Statale 76 e l’area del casello autostradale Ancona Nord, quando uno dei due veicoli ha invaso la corsia dell’altro mezzo. Inevitabile lo schianto frontale tra un autoarticolato di colore bianco con targa bielorussa diretto in A14 e un autotreno di colore blu che trasportava pollame diretto in statale direzione Fabriano. Proprio al centro della curva i due mezzi pesanti si sono scontrati frontalmente. Un impatto devastante dove ad avere la peggio è stato l’autista del tir carico di animali, rimasto incastrato nella testa del veicolo poi ribaltatasi su un lato durante l’impatto. La motrice è rimasta schiacciata contro quella dell’altro mezzo, dove al volante c'era un bielorusso di 55 anni, illeso. 

Video: Incidente tra due tir, conducente estratto dalle lamiere: le immagini dei soccorsi

Erano circa le 12 quando è scattata la mobilitazione generale della macchina dei soccorsi, coordinati dalla centrale operativa del 118, che ha inviato sul posto l’automedica, l’ambulanza della Croce Gialla di Falconara e l’eliambulanza atterrata in un’area verde al centro delle carreggiate dello svincolo stradale. Tutto personale medico e infermieristico in attesa che i vigili del fuoco di Ancona tirassero fuori l’unico ferito: un 55enne di origini albanesi. Sotto la supervisione del funzionario di guardia l’ingegnere Carlo Maggiori, i pompieri hanno lavorato ore per estrarre il camionista. Ma la sua cabina era un tutt’uno con quella dell’altro tir. L'uomo era in trappola tra le lamiere dilaniate dall’urto. E così i pompieri sono entrati dalla portiera del mezzo bielorusso (rimasto dritto) per arrivare alla cabina del mezzo albanese e sentire la voce del 55enne. Si vedeva solo una mano ma era ancora vivo. E così è scattata una lotta contro il tempo. I vigili del fuoco prima hanno usato la gru per tirare via il mezzo e liberare le due motrici, poi hanno liberato le gambe del ferito incastrate tra il metallo. A quel punto l’uomo è stato trasportato con l’elicottero degli Ospedali Riuniti di Ancona per arrivare al Pronto Soccorso di Torrette alle 14,13. Ora il 55enne albanese è ricoverato in gravissime condizioni: i medici hanno riscontrato fratture multiple, traumi da schiacciamento e un trauma toracico. La prognosi è riservata anche se le sue condizioni sono stabili e non sarebbe in pericolo di vita. Intanto la strada è rimasta bloccata tutto il pomeriggio e lo sarà ancora per le prime ore della serata, con il personale ANAS impegnato nel garantire la percorribilità delle strade alternative e la Polizia Stradale di Fabriano sul posto per effettuare i rilievi e ricostruire la dinamica dei fatti. 

Ma la parte più lunga e faticosa è arrivata solo dopo, quando i vigili del fuoco hanno dovuto ripulire l’area con l’intervento del Nucleo NBCR (acronimo per nucleare - biologico - chimico - radiologico), impegnato a bonificare l’area in presenza di sostanze potenzialmente pericolose e contaminanti. Lungo l’asfalto non solo era presente olio del motore e liquidi infiammabili, ma anche tanti polli caduti dalla parte dell’autoarticolato ribaltatosi. Sul posto anche i titolari dell’azienda a cui erano destinati gli animali, i veterinari dell’ASUR e i volontari dell’associazione animalista BIagio’S Group, intenti a controllare che tutte le pratiche fossero svolte nell’interesse dell'uccello domestico. Alla fine, quelli feriti sono stati abbattuti sul posto, le carcasse degli animali morti sono state portati via per essere distrutte, mentre i polli vivi sono stati caricati in un terzo furgone per arrivare a destinazione dove il veterinario della ditta di allevamento ne avrebbe verificato lo stato di salute. 

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Ancona usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Meteo, arriva il freddo russo sulle Marche: tracollo termico e neve a basse quote

  • «Tutto esaurito, clienti felici e niente multa»: chef Luana fa il sold out e stasera si replica

  • Tremendo frontale sulla provinciale, veicoli distrutti: c'è una vittima

  • «Zona arancione da domenica e per altre due settimane»: la conferma di Acquaroli

  • Tragico schianto sulla provinciale, la vittima è Francesco Contigiani: aveva 43 anni

  • I rifugi di montagna più belli delle Marche

Torna su
AnconaToday è in caricamento