Mercoledì, 28 Luglio 2021
Incidenti stradali Stazione / Via Flaminia

Incidente lungo via Flaminia, coinvolti anche tre bambini: famiglia in ospedale

Due le vetture coinvolte nel pauroso schianto. In ospedale conducenti e tre bambini

La Vitara coinvolta nell'incidente

ANCONA - C’erano anche tre bambini sulla Opel Corsa grigia, una delle due auto coinvolte nel pauroso incidente di oggi pomeriggio lungo via Flaminia. I piccoli sono stati portati al Salesi dalle ambulanze della Croce Rossa, il più grave è un ragazzino di 9 anni soccorso in codice giallo. Due bimbe, di 4 e 5 anni, sono state portate nello stesso ospedale in codice verde. La mamma è stata accompagnata invece a Torrette, sempre dalla croce Rossa, in condizioni non gravi. Un’altra donna, la 40enne alla guida della Suzuki Vitara che ha sfondato la barriera ferroviaria, è stata portata a Torrette in codice di media gravità. 

La dinamica dell’incidente è ancora in fase di ricostruzione da parte degli agenti della polizia municipale, intervenuti sul posto insieme ai vigili del fuoco, alla polizia ferroviaria e ai mezzi del 118. Lo schianto è avvenuto intorno alle 14 poco prima della rotatoria di Collemarino. L’immagine della Vitara con la parte posteriore in bilico tra la Flaminia e la ferrovia ha catturato l’attenzione degli automobilisti che sono stati fatti circolare in senso unico alternato (GUARDA IL VIDEO). La circolazione dei treni non ha subito variazioni, i convogli hanno transitato regolarmente in entrambe le direzioni seppur a velocità ridotta. Impressionante lo stato dell’auto, quasi del tutto distrutta nella parte anteriore sinistra. Semidistrutta anche la Opel, anch’essa danneggiata nella parte anteriore sinistra, la cui carcassa giaceva a poche decine di metri di distanza. Il traffico lungo la Flaminia è rimasto quasi paralizzato in entrambe le direzioni per diversi chilometri. 

Gallery

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incidente lungo via Flaminia, coinvolti anche tre bambini: famiglia in ospedale

AnconaToday è in caricamento