Schianto sulla Perugia-Ancona, morto il consigliere Massimo Federici

Un'intera città piange la scomparsa di Massimo Federici, 43enne vittima del gravissimo incidente sulla statale 318 di Valfabbrica

Massimo Federici (foto Facebook)

Si trovava a bordo della sua Fiat Tipo sulla strada statale 318 di Valfabbrica, quando all'altezza dello svincolo con Casacastalda si è scontrato con un mezzo pesante. E' morto così Massimo Federici, 43enne consigliere comunale di Filottrano e agente di commercio, vittima questa mattina di un tragico incidente. L'uomo è stato trasportato dall'ambulanza del 118 all'ospedale comprensoriale di Gubbio e Gualdo Tadino. Inutili i tentativi da parte del personale del 118 di rianimarlo. Le sue condizioni sono subito parse disperate ed il cuore poco dopo ha smesso di battere.

La notizia della sua scomparsa è subito rimbalzata in tutta Filottrano, dove Massimo era un personaggio molto conosciuto ed apprezzato. Ad esprimere il cordoglio per la sua scomparsa anche il sindaco Lauretta Giulioni, che su Facebook lo ha voluto ricordare con parole d'affetto e grande stima: «E' con immenso dolore che in mattinata abbiamo appreso la notizia della scomparsa del consigliere comunale Massimo Federici a seguito di un incidente stradale. Rimane vivo il ricordo di un giovane consigliere, appassionato al proprio ruolo e determinato a dare un significativo contributo al miglioramento della nostra città. La sua assenza provoca in tutti noi un grande sconcerto e senso di vuoto. A nome dell'amministrazione comunale le più sentite condoglianze e un forte abbraccio alla famiglia, ai figli e ai parenti tutti».

La salma del 43enne rientrerà a breve a Filottrano dove sarà allestita la camera ardente all'interno della sala consiliare del palazzo comunale. Massimo lascia una moglie e due bambini. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Ceriscioli sta per blindare le Marche. Conte telefona: «Fermi tutti»

  • La malattia ha spento il sorriso di Carlo Termentini, lutto nell’imprenditoria

  • I carabinieri: «Apra il cofano», lui: «C'è solo un po' di fumo». Arrestato con 5 kg di droga

  • Assiste all'esordio del figlio con l'Ascoli e poi si ricovera, la tenera lettera in ricordo di Roberto

  • Schianto terribile a Posatora, tenta di evitare un gatto e si ribalta: è grave

  • Esce dal reparto di ortopedia e finisce direttamente al Pronto Soccorso

Torna su
AnconaToday è in caricamento