Schianto contro un grosso albero sulla Provinciale, muore il conducente

Strada Provinciale off limits fino a quando i carabinieri hanno riaperto il collegamento, coordinando la viabilità con un senso unico alternato

L'auto dopo l'incidente

Perde il controllo dell’auto e finisce contro un grosso albero. Uno schianto violentissimo, fatale per il conducente dell’auto. E’ morto così un 37enne di Monsano. C’era lui al volante della Fiat Seicento color bordeaux che ieri sera, intorno alle 21, stava percorrendo via Ancona, la strada che dopo  la Provinciale della Val D’Esino, collega Chiaravalle a Jesi.  L’auto stava percorrendo la carreggiata in direzione Jesi quando, poco dopo l’azienda siderurgica Quadri Umberto, ha perso il controllo del mezzo, schiantandosi contro un grosso albero. Un impatto tale da dilaniare tutta la parte anteriore dell’automobile. 

Allertata dai passanti, la centrale operativa del 118 ha inviato d’urgenza i mezzi di soccorso: l’automedica e gli operatori della Croce Verde di Jesi, che non hanno potuto fare nulla. Per il 37enne, morto sul colpo, non c’era più niente da fare. Sul posto anche i vigili del fuoco per aprire le lamiere e i carabinieri. I militari sono stati impegnati non solo nel ricostruire la dinamica dell’incidente stradale, ma anche nella gestione del traffico. Provinciale infatti off limits fino alle 22,30 circa, quando i carabinieri hanno riaperto la strada, coordinando la viabilità con un senso unico alternato. 

++AGGIORNAMENTO++ ECCO CHI E' IL RAGAZZO MORTO

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Marche, arriva un assaggio d'inverno: maltempo, freddo e anche la neve

  • Non lo vedono giorni, i vicini danno l'allarme ma è troppo tardi: uomo morto in casa

  • Parrucchieri ed estetiste fuori dal tuo Comune? Arriva lo stop dalla Prefettura

  • Le bottiglie si riciclano al supermarket: previsti sconti sulla spesa

  • Nuova ordinanza, ancora sacrificio per i commercianti: vietato mangiare all'aperto

  • Pauroso incidente a Sappanico, dell'auto rimane solo la carcassa

Torna su
AnconaToday è in caricamento