La serata in discoteca finisce in tragedia: Elisa e Sonia uccise da un'auto impazzita

Le due amiche stavano tornando alla macchina dopo aver trascorso la notte dell'Epifania a ballare quando sono state travolte da un automobilista: si attende l'esito dell'alcoltest

Sonia Farris ed Elisa Rondina

Elisa e Sonia, due amiche per la pelle. Amavano i balli latinoamericani, erano vicine di casa. Ieri avevano deciso di trascorrere la serata dell’Epifania al Megà di Senigallia per partecipare alla Mega Notte Latina, al ritmo di salsa, bachata e balli di gruppo. Si erano divertite, insieme.

E insieme stavano tornando alla macchina, attorno alle 4. Passeggiavano sul ciglio della stradina buia, lungo la Sp 360 Arceviese quando un’auto impazzita le ha travolte. L’urto è stato così violento che sono state sbalzate in un campo. L’automobilista, un uomo, si è fermato, ma era confuso, poco lucido, secondo alcuni ubriaco (sono in corso accertamenti da parte della polizia stradale). Non sapeva nemmeno lui cosa fosse successo. Ad alcuni passanti avrebbe riferito di aver colpito qualcosa, ma non sapeva cosa. E’ stata contattata la polizia, sono cominciate le ricerche. Sul posto sono intervenuti i mezzi del 118 e i vigili del fuoco. Poi, la tragica scoperta: in un campo adiacente alla provinciale, i corpi straziati delle due amiche fanesi. Elisa Rondina aveva 43 anni, faceva l’insegnante presso la scuola elementare di Tavernelle, frazione del comune di Colli al Metauro. Sonia Farris aveva 34 anni, era titolare di una parrucchieria a Saltara. I soccorritori del 118 hanno provato a rianimarle, ma non c’è stato nulla da fare. Sono in corso accertamenti da parte della polizia stradale per ricostruire la dinamica del tragico incidente, in attesa dell’esito degli esami tossicologici e clinici a cui è stato sottoposto l’automobilista per verificare il suo tasso alcolemico e l’eventuale assunzione di sostanze. 

Il 2020 a Senigallia è iniziato nel peggiore dei modi. Prima l’investimento mortale a Mestre di Pegah Naddafi, poi la tragedia di Sonia ed Elisa. Il sindaco Maurizio Mangialardi ha voluto far sentire la propria vicinanza alle famiglie: «Voglio esprimere anche in questo caso il mio cordoglio, ora va verificata bene tutta la dinamica». Scarsa illuminazione sulla strada? «E’ una strada statale e non credo che l’investimento sia avvenuto in prossimità del parcheggio. L’illuminazione non penso c’entri molto». 

Tragedia di Senigallia, l'investitore ubriaco: «Non le ho viste, sono distrutto»

Nel sangue alcol 4 volte superiore al limite 

Arrestato il conducente, era ubriaco 

Elisa e Sonia, uccise da un'auto impazzita

Epifania di sangue, travolte e uccise da un'auto all'uscita della discoteca

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Marche, arriva un assaggio d'inverno: maltempo, freddo e anche la neve

  • Scarpe Lidl, mania anche ad Ancona: scaffali svuotati in mezz'ora, maxi rivendite

  • Non lo vedono giorni, i vicini danno l'allarme ma è troppo tardi: uomo morto in casa

  • Parrucchieri ed estetiste fuori dal tuo Comune? Arriva lo stop dalla Prefettura

  • Nuova ordinanza, ancora sacrificio per i commercianti: vietato mangiare all'aperto

  • Le bottiglie si riciclano al supermarket: previsti sconti sulla spesa

Torna su
AnconaToday è in caricamento