Folle corsa per la città, tra speronamenti e sorpassi: l'inseguimento e poi l'incidente

Un inseguimento da paura quello tra un'auto e diverse pattuglie della polizia municipale di Ancona, terminato con un incidente stradale

Foto di repertorio

E’ stata follia pura quella di un uomo che, al volante della sua auto, per fuggire alla polizia locale, ha sfrecciato ad altissima velocità per le vie di Ancona, tra sorpassi e semafori bruciati. Solo per pura coincidenza non sono stati coinvolti altri passanti o automobilisti, fino allo schianto della macchina, che ha messo fine ad un inseguimento da brividi. Il fuggitivo, un uomo di 43 anni di origini dominicane, è stato arrestato.

Il fatto è avvenuto ieri pomeriggio, intorno alle 16 quando una pattuglia della polizia municipale ha notato un’auto sospetta in via Giordano Bruno e ha tentato di dargli l'alt senza successo. L’auto, una Renault Twingo, non solo ha schivato la pattuglia, ha tirato dritto e si è data alla fuga, imboccando contromano via Spalato. E’ così scattato l’inseguimento a tutta velocità nei confronti dell’uomo, vicino al quale, sul sedile passeggeri, c’era anche una donna. La corsa è continuata in via Ragusa, bruciando poi un semaforo rosso in via Urbino e giù per via Sarnano, continuando a tagliare semafori e non rispettare precedenze. Mentre scattava l’allarme a tutte le pattuglie, l’auto ha percorso via Ascoli Piceno e, tra sorpassi inauditi, ha superato Posatora e proseguito per via Grotta, arrivando in via Esino. 

Proprio lì, gli agenti della municipale hanno provato a bloccarlo, ma lui, stando a quanto ricostruito dai vigili, avrebbe anche provato a speronare l’auto dei suoi inseguitori. Poi la Twingo ha perso il controllo e si è schiantata contro una serie di auto parcheggiate. Almeno 4 le macchine danneggiate dal 43enne, la cui fuga è finita così, in manette. Infatti dopo l’incidente stradale, gli agenti lo hanno bloccato e ammanettato. Trasportato al Pronto Soccorso dall’ambulanza della Croce Gialla, il pirata della strada, che comunque non è rimasto ferito gravemente, è stato portato al comando delle Palombare. E’ formalmente in stato di arresto con le accuse di lesioni e resistenza a pubblico ufficiale. All'ospedale ci è finito anche un vigile urbano, che per fortuna non ha riportato conseguenze gravi. Sta bene la 22enne che era nell’auto del 43enne, anche lei in ospedale per controlli, ma sulla quale non pendono accuse di nessun genere, almeno per ora. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il nuovo Dpcm arriva il 3 dicembre, limitazioni tra regioni e raccomandazioni per il Natale

  • Marche di nuovo in zona gialla, Acquaroli: «C'è la conferma del ministro Speranza»

  • Blitz in via 25 Aprile, Carabinieri e Polizia in massa blindano la strada: 4 arresti

  • Sette furti, poi l'inseguimento da Polverigi ad Ancona: chi sono gli arrestati di via 25 Aprile

  • Marche di nuovo in zona gialla? Acquaroli ci spera: «La curva sta scendendo»

  • Dramma nella notte, Yasmine muore a soli 20 anni: il cordoglio da tutta la città

Torna su
AnconaToday è in caricamento