Lunedì, 14 Giugno 2021
Incidenti stradali

Schianto con lo scooter, resta gravissimo Gianluca Giammarchi

Durante la mattinata di ieri sono intervenute diverse pattuglie dei Carabinieri di Ancona per effettuare i rilievi e capire come fossero andate effettivamente le cose. Gli inquirenti escludono il coinvolgimento di un altro veicolo

Gianluca Giammarchi

Resta in coma Gianluca Giammarchi, il 21enne anconetano che nella notte tra domenica e lunedì ha perso il controllo del suo scooter mentre percorreva via del Castellano, schiantandosi contro un albero. I medici dell’ospedale regionale di Torrette continuano a tenere sotto stretta osservazione il giovane, conosciuto da tanti per la sua attività di barman del Raval. Un ragazzo solare, un bravissimo barman, un professionista che svolge il suo lavoro con mestiere e senza mai una parola fuori posto. Proprio l'latra sera infatti era stato alle cantine Moroder per lavorare in occasione di una serata conclusa intorno alla mezzanotte. Poi Gianluca avrebbe lasciato il suo scooter nero 125 a Montacuto per montare in macchina con gli amici e andare a bere qualcosa in città. Intorno alle 3:15, il gruppo ha lasciato il centro per rientrare. Ma prima gli amici hanno riaccompagnato il 21enne a recuperare lo scooter con cui poi si è diretto verso casa. Direzione Piano. Ma Gianluca a casa non ci è mai arrivato. In piena notte, in sella alle due ruote, si è diretto fino al carcere per poi svoltare a destra lungo via del Castellano, nota come "via del Grasciaro", una scorciatoia che lo avrebbe fatto arrivare a pochi metri dal ristorante Baldì e alla discesa di via Colle Verde. Gianluca ha semplicemente fatto il percorso più breve per tornare a casa. Ma lì è successo qualcosa. Non è ancora chiaro che cosa lo abbia portato fuori strada mentre le forze dell'ordine non escludono nulla. Forse un animale gli ha attraversato la strada. Forse è incappato in uno dei tantissimi avvallamenti presenti lungo quella strada, capaci di buttare fuori strada una macchina, figurarsi un due ruote. Una cosa certa è che Giammarchi aveva il casco a protezione non integrale.

Fatto sta che ha perso il controllo del mezzo finendo contro un albero. Un impatto da brividi, al punto da sradicare la corteccia dell'arbusto. Erano circa le 3:30 del mattino nella strada buia di periferia, senza illuminazione. Senza che qualcuno potesse accorgersi di nulla. C’è voluta almeno un’ora e mezzo prima che passasse un signore e desse l’allarme al 118. Quando gli operatori della Croce Rossa di Ancona sono arrivati sul posto, Gianluca era lì a terra in una pozza di sangue da almeno un’ora e mezzo. Gli operatori della Cri lo hanno trasportato d'urgenza al Pronto Soccorso, dove i medici hanno riscontrato un gravissimo trauma cranico. Poco dopo è stato trasferito nel reparto della Rianimazione. Poi lo hanno portato nella sala emergenza del Pronto Soccorso perché nella Rianimazione non c'è era posto. Nel tardo pomeriggio è tornato ai pieni alti dell'ospedale. Ha lottato e sta lottando Gianluca, sospeso tra la vita e la morte.

Durante la mattinata di ieri si sono susseguite diverse pattuglie dei Carabinieri per effettuare i rilievi e cercare di capire come fossero andate effettivamente le cose. Escluso il coinvolgimento di un altro veicolo almeno per due motivi. Primo, non ci sono segni di frenata. Secondo, sia sulla corteccia dell’albero, sia sullo scooter non ci sono segni evidenti di collisioni con altri corpi che non fosse l’albero. Dunque per gli investigatori, coordinati dal pm di turno Giovanna Lebboroni, si tratterebbe di una tragica fatalità. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Schianto con lo scooter, resta gravissimo Gianluca Giammarchi

AnconaToday è in caricamento