Cronaca Pinocchio

Incidente al Pinocchio, i residenti: «Prima o poi sarebbe successo, la strada è impresentabile»

In merito all’incidente del 29 luglio ad un giovane centauro in Via Monte San Vicino, i residenti hanno lamentato una scarsa attenzione alla strada da parte delle autorità preposte nonostante le numerose denunce. Nelle proteste ci finiscono anche gli autobus

L’incidente del 29 luglio in Via Monte San Vicino, in cui un giovane centauro anconetano è caduto dalla propria moto sbandando dopo un dosso, sta continuando a far parlare. Soprattutto per le condizioni a dir poco impervie in cui si trova al momento la strada parallela a Via Maggini. Un gruppo di residenti, intervenuti sul luogo dell’impatto, hanno voluto denunciare il tutto ribadendo come già le segnalazioni siano state fatte pervenire da tempo alle autorità preposte:

«La strada è messa malissimo, è impresentabile – hanno ripetuto – Le buche sono tantissime, addirittura i motorini per evitarle passano sui marciapiedi. Il dosso da cui il ragazzo sulla moto è sbandato è piccolissimo, non si vede, converrebbe quasi metterne un altro più visibile a ridosso del semaforo ma veniamo ignoranti. Se ci siamo fatti sentire? Più volte con i Vigili e con il Comune ma nessuno ci ha ascoltato, sapevamo che prima o poi sarebbe potuta succedere una cosa del genere».

E ancora, in riferimento al transito degli autobus su via Maggini: «Gli autobus vanno giù a settanta, ottanta all’ora e non va bene. Se sul semaforo c’è il giallo loro accelerano e così non si può andare avanti. Bisogna fare qualcosa, anche inserendo un rilevatore della velocità».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incidente al Pinocchio, i residenti: «Prima o poi sarebbe successo, la strada è impresentabile»

AnconaToday è in caricamento