Cronaca

Alessia è decisa a non mollare: "correrò anche in carrozzella"

Alessia Polita si è svegliata domenica intorno alle 13 dal coma farmacologico. Accanto a lei, papà Giancarlo. Il suo primo pensiero è stato al fratello Alex anche lui pilota

Alessia al papà: "Babbo mi devi fare una promessa, devi far arrivare mio fratello" . Sono state queste le prime parole dopo il risveglio dal coma di Alessia Polita, la pilota di Jesi, protagonista di un terribile incidente sul circuito di Misano

La ragazza ha trovato al suo fianco il papà Giancarlo: "E’ cosciente, si rende conto dell'incidente e delle gambe, i medici non ci hanno dato speranze e lei ha già capito tutto, anche se scoprirà la verità nei prossimi giorni. È triste ma dovremo abituarci". Alessia rimarrà in ospedale una decina di giorni.

La ragazza successivamente verrà portata in un centro di riabilitazione:  "Per lei correre in moto era tutto -continua il padre- aveva grande talento e l'ambizione di mostrarsi alla pari con tanti uomini" Alessia però non molla e non pensa minimamente ad arrendersi: " Sono una combattiva, se non muovo più le gambe andrò a correre con la carrozzella".

Parole forti, che fanno commuovere e che misurano lo spessore di una ragazza speciale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alessia è decisa a non mollare: "correrò anche in carrozzella"

AnconaToday è in caricamento