Cronaca Quartiere Adriatico / Via Piave

Rogo alle Poste, il paradosso: scatenato da un'avaria dell'impianto antincendio

I rilievi dei carabinieri e dei vigili del fuoco hanno permesso di scoprire la verità: tutta colpa di un malfunzionamento

Carabinieri e vigili del fuoco per l'incendio alle Poste centrali

A provocare l’incendio delle Poste è stato... l’antincendio. Proprio così. Lo hanno accertato i vigili del fuoco e i carabinieri del Norm che, insieme ai colleghi del Nucleo investigativo e della Stazione di Ancona Centro, hanno effettuato un sopralluogo questa mattina alle Poste di via Piave, dove ieri si è sviluppato un rogo nella zona degli archivi, a seguito del quale è stato evacuato l’intero palazzo che si trova di fronte a quello del Comune.

Gli inquirenti, dopo aver ascoltato il direttore e altri dipendenti e aver analizzato le immagini delle telecamere, hanno appurato che il rogo è scaturito dal malfunzionamento di un sensore che ha attivato l’impianto antincendio ad aerosol di sali di potassio, piuttosto datato e già sottoposto a manutenzione una settimana fa: il gas sprigionato ad alta pressione per saturare l’ambiente avrebbe prodotto delle particelle incandescenti che, depositandosi sui sacchi di carta sottostanti, hanno innescato le fiamme. L’incendio è stato comunque contenuto grazie al tempestivo intervento dei vigili del fuoco: i danni sono limitati all’annerimento delle pareti dell’archivio postale. Accertata l’origine accidentale, ora sono in corso approfondimenti per individuare eventuali responsabilità in merito all’impianto difettoso. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rogo alle Poste, il paradosso: scatenato da un'avaria dell'impianto antincendio

AnconaToday è in caricamento