Incendio a Genga, la situazione non è sotto controllo: altri focolai nella zona

I focolai, che hanno già distrutto due ettari di bosco, stanno interessando un’area con vegetazione frammista di pineta e ceduo di latifoglie, di elevato pregio naturalistico

Oggi alle ore 10:00 circa, l’incendio in località Colle Ameno del Comune di Genga, scoppiato ieri alle ore 17:30 circa, ha acquisito nuova recrudescenza, e si sono sviluppati alcuni focolai in area particolarmente impervia sulla sommità della falesia di valle Scappuccia, in zona di protezione integrale del Parco Naturale Regionale della Gola della Rossa e di Frasassi, e area floristica protetta.

I focolai, che hanno già distrutto due ettari di bosco, stanno interessando un’area con vegetazione frammista di pineta e ceduo di latifoglie, di elevato pregio naturalistico, e le fiamme in alcuni tratti stanno salendo pericolosamente dal suolo alle chiome. Al momento vi è un serio rischio che il fuoco si estenda alle chiome degli alberi acquisendo ulteriore energia distruttiva. Sul posto quattro squadre di Vigili del Fuoco unitamente ai Carabinieri Forestali di Sassoferrato, Fabriano e Genga Frasassi, i quali hanno raggiunto, con Defender attraverso mulattiere impervie e con lungo percorso a piedi fuori sentiero la parte sommitale del fuoco, aprendo un percorso anche per alcune unità di Vigili del Fuoco impegnati nelle attività di spegnimento.

Le operazioni di spegnimento sono effettuate dall’alto con ausilio di un elicottero, ed è stato richiesto anche il coinvolgimento di un canadair. Accertate le cause naturali dovute ad un fulmine che nel pomeriggio di ieri ha colpito la sommità del colle Ameno.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Meteo, arriva il freddo russo sulle Marche: tracollo termico e neve a basse quote

  • Nuove regole e quasi tutta Italia in zona arancione: ecco la situazione nelle Marche

  • Tremendo frontale sulla provinciale, veicoli distrutti: c'è una vittima

  • «Zona arancione da domenica e per altre due settimane»: la conferma di Acquaroli

  • Tragico schianto sulla provinciale, la vittima è Francesco Contigiani: aveva 43 anni

  • Telefonata choc dal porto: «Aiuto, mi hanno stuprata in tre»

Torna su
AnconaToday è in caricamento