menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
I vigili del fuoco mentre spengono le fiamme nel fienile

I vigili del fuoco mentre spengono le fiamme nel fienile

Incendio devasta un fienile, paura per un'abitazione: morti diversi animali da cortile

Una giornata nera per i vigili del fuoco, impegnati in tutta la provincia per domare incendi, uno a Jesi in una cabina dell'Enel e uno in un campo ad Osimo

Un incendio ha devastato un fienile oggi pomeriggio in via Dante Alighieri a Camerano. Le fiamme, per motivi ancora da accertare, si sono sprigionate intorno alle 16 cogliendo di sorpresa i proprietari del locale che non hanno fatto in tempo a salvare una parte del bestiame: nel rogo sono infatti morti due vitelli e diversi animali da cortile tra cui polli e galline. Danni anche a diverse macchine agricole come trattori, ma poteva andare peggio perché, già sul nascere, il rogo aveva minacciato la casa adiacente al fienile mentre la legnaia e il deposito degli attrezzi erano stati distrutti. Solo l’intervento dei vigili del fuoco di Ancona (GUARDA IL VIDEO) ha scongiurato un esito peggiore. Infatti pompieri sono stati impegnati nello spegnimento delle fiamme per ore e il loro intervento, che è ancora in corso, si prevede possa terminare solo in tarda serata. Il motivo? Ora c’è da smassare tutto il materiale coinvolto nell’incendio. In particolare il legno arso e le lamiere di metallo accatastate dopo il crollo. Solo così i vigili del fuoco potranno far arrivare il getto d’acqua in quelle zone ora impenetrabili ed evitare così che si possano rigenerare nuove fiamme. Alla fine l’intervento del 115 ha salvato un’abitazione e per fortuna non si registrano lesioni a persone. 

GLI ALTRI INTERVENTI. Una giornata nera per i vigili del fuoco, impegnati in tutta la provincia per domare incendi. A Jesi, all’interno di una ditta in via Fontedamo, ha preso fuoco una cabina elettrica da dove usciva un intenso fumo nero. L'apertura della porta ha fatto evacuare il fumo, consentendo così di riscontrare come il principio di incendio fosse dovuto ad un surriscaldamento dell'apparato di misurazione da 20.000v. Un intervento semplice, ma comunque impegnativo la squadra dei vigili, che hanno dovuto attendere l’intervento dei tecnici dell’Enel prima di poter intervenire con la loro autobotte. 

Invece ad Osimo gli operatori del 115 sono intervenuti oggi anche ad Osimo dove hanno preso fuoco delle sterpaglie. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AnconaToday è in caricamento