Il rogo scatenato da un'asciugatrice, evacuata la palazzina: salvata un'anziana

La vecchina con problemi motori portata fuori in braccio da carabinieri e vigili del fuoco

L'appartamento devastato dal rogo

E’ stato con ogni probabilità un corto circuito a scatenare questa mattina il rogo nell’appartamento di piazza Galilei 2. Secondo una prima ricostruzione dei vigili del fuoco, intervenuti con due mezzi, le fiamme si sarebbero sprigionate da una lavasciuga difettosa in bagno, lasciata in funzione dai proprietari. Marito e moglie erano al lavoro, i due figli a scuola. A lanciare l’allarme, attorno alle 13, sono stati i vicini e gli operai di un’impresa edile che sta eseguendo dei lavori di ristrutturazione all’ultimo piano.

La densa nube di fumo nero stava entrando anche in un appartamento accanto, dove si trovava un’anziana con problemi di deambulazione. Era terrorizzata. A trarla in salvo ci hanno pensato i vigili del fuoco e i carabinieri, con il comandante in persona della stazione di Collemarino, il maresciallo Giuseppe Colasanto. E’ stata visitata sul posto dal personale del 118, giunto con l’automedica e un’ambulanza della Croce Rossa, ma non c’è stato bisogno di accompagnarla al pronto soccorso. Per ragioni di sicurezza tutto lo stabile, dove vivono 6 famiglie, è stato evacuato.

Tuttavia, le fiamme sono rimaste circoscritte a un solo appartamento, quello al secondo piano, dal quale è stata salvata Lisa, una cagnolina di 5 mesi. E’ viva per miracolo. I pompieri l’hanno trovata sotto il divano, dove si stava proteggendo dal fumo. Era terrorizzata, non si lasciava avvicinare. Ma poi è stata presa in braccio e portata all’esterno. Ora sta benone. Tanta paura, ma fortunatamente nessun intossicato tra i condomini che, cessato l’allarme, hanno potuto tornare nelle loro abitazioni, ad eccezione della famiglia che si è vista devastare casa dal rogo: non sono emersi problemi di staticità, ma di fatto l’appartamento è inagibile. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schianto in moto, il centauro lotta tra la vita e la morte: si indaga sulle cause

  • Schianto sulla Cameranense, Giuliano è morto: ha donato gli organi

  • Il supermercato Tuodì chiude dopo 18 mesi dall'apertura: «Troppa concorrenza»

  • Ragazza annegata a Marina Dorica, sigilli sulla discoteca che le aveva dato da bere

  • La colonia di gatti sta per essere distrutta, l'appello disperato: «In 80 rischiano di morire»

  • Schianto pauroso sulla Cameranense, tre i mezzi coinvolti: motociclista gravissimo

Torna su
AnconaToday è in caricamento