Giovedì, 17 Giugno 2021
Cronaca

Api: secondo incendio nell’impianto, lunedì il riavvio ufficiale della raffineria

Dopo quello - molto più serio - delle 23 e 30 di lunedì notte un secondo incendio ha interessato ieri sera attorno alle 21 la raffineria, subito domato dal personale interno

Dopo quello – molto più serio – delle 23 e 30 di lunedì notte un secondo incendio ha interessato ieri sera attorno alle 21 la raffineria Api di Falconara: una fuga di benzina ha innescato il fenomeno, subito domato dal persona interno.

IL PRECEDENTE. Era stata la giornata precedente a preoccupare i residenti di Falconara: una perdita di gasolio aveva generato una fiammata alta una ventina di metri e un grande boato, fenomeni che erano stati visti da numerosi cittadini che avevano immediatamente contattato i Vigili del Fuoco. Il problema pare essersi originato dal collasso di una pompa in uno scambiatore di calore nell’impianto di desolforazione. I pompieri avevano poi immesso azoto liquido nelle tubature per normalizzare la temperatura. Poco dopo l’una di martedì, però, un’altra fiammata e un altro forte scoppio avevano riportato tutti in allarme fino all’alba. Fortunatamente non c’erano stati né feriti né intossicati.

BRANDONI. Il sindaco di Falconara si era già espresso ieri, nel pomeriggio, diramando una nota ufficiale: “L’incidente è accaduto alle ore 23,45 del 08/07/2013 ed è stato classificato con comunicazione ai Vigili del Fuoco di Ancona inizialmente con categoria 1 (che non prevede la comunicazione al Comune), nonostante ciò il sottoscritto era in contatto telefonico con l’A.D. Ing. Giancarlo Cogliati, che mi teneva informato della situazione, e che mi ha comunicato che non c’erano stati feriti. Subito dopo il vicesindaco, una pattuglia dei reperibili della Polizia Municipale e il Comandante dei vigili si sono recati in raffineria dove era già presente l’Arpam, i VV.FF., i Carabinieri, la Capitaneria di Porto e le altre autorità preposte.”

L’AZIENDA. Secondo la dirigenza “Non si sono registrati danni alle persone e l'impatto ambientale è da considerarsi assolutamente non significativo. L'impianto […]sarà nuovamente rimesso in funzione nel giro di alcuni giorni”. Il riavvio ufficiale dell'impianto è previsto per lunedì prossimo .

Intanto Emanuele Lodolini e altri parlamentari marchigiani del PD hanno chiesto al Ministero dello Sviluppo Economico di comunicare quali provvedimenti il Governo intende adottare per accertare al più presto la regolarità delle autorizzazioni sulla sicurezza e non pericolosità dell'azienda.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Api: secondo incendio nell’impianto, lunedì il riavvio ufficiale della raffineria

AnconaToday è in caricamento