Dall'Hotel House alla fiera di San Ciriaco, controlli anti abusivi della Municipale tra inseguimenti e denunce

In tutto gli agenti in borghese della Municipale hanno identificato 6 persone, di cui 5 residenti all’Hotel House, il noto grattacielo di Porto Recanati, più volte teatro di fatti di cronaca

Polizia Municipale alla fiera di San Ciriaco

Venditori abusivi piazzati lungo tutto il percorso della fiera di San Ciriaco, come riportato da AnconaToday in un servizio della prima giornata dell’evento. Scatta l’operazione della sezione giudiziaria della Polizia Municipale dorica, che ha dato un giro di vite al fenomeno dell’abusivismo tra le bancarelle dell’ormai conclusa fiera di Maggio. In tutto gli agenti in borghese hanno identificato 6 cittadini stranieri, di cui 5 residenti all’Hotel House, il noto grattacielo di Porto Recanati più volte teatro di fatti di cronaca. Tutti sorpresi con prodotti taroccati o posteggiati in qualche angolo di strada per vendere senza aver pagato la regolare concessione o comunque a passeggio con i loro sacchi blu intenti a cercare un luogo per fare affari nella completa illegalità. A tutti è stato sequestrato il materiale e staccata una multa. In 2 occasioni sono anche scattate le denunce: una per violazione delle norme in materia di immigrazione e una per resistenza a pubblico ufficiale, quando l’abusivo ha costretto gli agenti ad un inseguimento a piedi.

Multe e sequestri

Il primo servizio mercoledì 2 maggio, quando i vigili in incognito hanno fermato due senegalesi che vendevano abusivamente vestiti in corso Stamira. Sequestro e multa di 5mila euro. Inoltre uno dei due è stato portato in caserma per il fotosegnalamento dopo essere stato trovato senza documenti. Multa anche per un marocchino a cui gli agenti hanno sequestrato più di 100 paia di calzini. 

Inseguimento e clandestino denunciato 

Il secondo blitz è partito venerdì 4 quando gli agenti hanno pedinato due senegalesi che, con in braccio il solito bustone blu pieno di prodotti, cercavano un posto da occupare in via Marsala, tra corso Garibaldi e Stamira. Fermati, i due sono stati accompagnati in via Piave, dove avevano parcheggiato la loro auto. Dal controllo dei documenti è emerso come uno dei due fosse irregolare in Italia. Accompagnato in caserma è stato fotosegnalato e invitato a presentarsi in Questura per ulteriori controlli. Al ritorno tra le bancarelle, non ci è voluto molto per incontrare un altro abusivo. Un altro senegalese che vendeva borse e scarpe contraffatte. Gli agenti lo hanno accompagnato all’auto quando, all’altezza di via Piave, l’africano ha tentato la fuga a piedi in direzione corso Garibaldi. A rallentare la sua corsa uno stewart della vigilanza privata fino a quando, dopo poche decine di metri, l’uomo è caduto a terra e gli agenti della Municipale gli sono arrivati addosso. Denunciato per resistenza a pubblico ufficiale. L'ultimo controllo ha portato ad  identificare un senegalese con ombrelli e prodotti di vimini che, di fronte alla multa e al sequestro, se ne é andato rassegnato a casa, cioè Rimini, la città dove risiede. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Meteo, arriva il freddo russo sulle Marche: tracollo termico e neve a basse quote

  • «Tutto esaurito, clienti felici e niente multa»: chef Luana fa il sold out e stasera si replica

  • Nuove regole e quasi tutta Italia in zona arancione: ecco la situazione nelle Marche

  • Tremendo frontale sulla provinciale, veicoli distrutti: c'è una vittima

  • «Zona arancione da domenica e per altre due settimane»: la conferma di Acquaroli

  • Tragico schianto sulla provinciale, la vittima è Francesco Contigiani: aveva 43 anni

Torna su
AnconaToday è in caricamento