L'Associazione Gulliver a difesa di migranti, presidio contro la chiusura dei porti

«Difendiamo la cultura dell'accoglienza di questa città, e con l'azione pacifica scendiamo in piazza, dichiarando apertamente la nostra contrarietà a quanto sta accadendo»

Oggi alle 18:30 presso piazza della Repubblica, sulla scalinata del palazzo della RAI, si svolgerà un presidio da parte dell'Associazione Gulliver in solidarietà dei migranti che fuggono da contesti catastrofici alla ricerca d'aiuto. 

«L'appello per il presidio è aperto a tutte le associazioni e organizzazioni che si riconoscono nella manifestazione. Domani seguirà un secondo comunicato con la lista delle organizzazioni aderenti. Dalla notte tra sabato e domenica la Aquarius, una nave per il salvataggio dei migranti della ong SOS Mediterranée, sta aspettando il permesso delle autorità italiane per portare in salvo 629 migranti, molti dei quali bambini e donne incinte. Conte, Salvini, Toninelli e tutto il governo hanno deciso: i porti italiani sono stati dichiarati chiusi. Il divieto non vale solo per la nave Aquarius, ma per tutte quelle navi che adempiranno al loro dovere di salvare vite umane. Sono e saranno a rischio migliaia di persone. Quella messa in atto dal Governo è una mossa politica propagandistica, che vorrebbe mostrare un'Italia che "non china la testa" all'Unione Europea, ma che ha come unico effetto quello di mettere seriamente a rischio centinaia di vite umane. Si palesa quindi sin da subito la natura di questo governo: un governo che affonda i più deboli, illude i penultimi, premia i più forti».

«Ancona è una città di porto: quella della nostra città è una storia di accoglienza, di culture che si incontrano, e meglio di chiunque altro capiamo il valore di un porto sicuro a cui attraccare quando si viene dal mare. Difendiamo la cultura dell'accoglienza di questa città, e con l'azione pacifica scendiamo in piazza, dichiarando apertamente la nostra contrarietà a quanto sta accadendo. Sulla scia degli altri amministratori, invitiamo tutte le istituzioni a democratiche del territorio e del paese a prendere posizione e utilizzare i propri strumenti per combattere queste politiche. Non siamo disposti ad accettare queste ingiustizie, apriamo questi porti»!

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Meteo, arriva il freddo russo sulle Marche: tracollo termico e neve a basse quote

  • Nuove regole e quasi tutta Italia in zona arancione: ecco la situazione nelle Marche

  • Tremendo frontale sulla provinciale, veicoli distrutti: c'è una vittima

  • Tragico schianto sulla provinciale, la vittima è Francesco Contigiani: aveva 43 anni

  • Telefonata choc dal porto: «Aiuto, mi hanno stuprata in tre»

  • «Zona arancione da domenica e per altre due settimane»: la conferma di Acquaroli

Torna su
AnconaToday è in caricamento