Cronaca Genga

Escursionista precipita nel vuoto, trovato il corpo alla base della parete rocciosa

L'uomo è precipitato nel burrone. Il corpo ritrovato dopo ore di ricerche da parte del Soccorso Alpino e dei vigili del fuoco

Si sono da poco concluse le operazioni di recupero della salma dell'uomo precipitato nel vuoto durante un'escursione Genga. Si tratta di un uomo residente a Fossombrone.

Il giovane escursionista si trovava nella zona del Foro degli Occhialoni, nel Parco Naturale Gola di Frasassi, insieme a cinque amici quando, per cause ancora da stabilire, ha perso l’equilibrio ed è precipitato per circa cento metri. Sono stati gli stessi compagni a lanciare l’allarme alla Centrale Operativa 112, che ha inviato sul posto due squadre di terra del Soccorso Alpino e Speleologico di Ancona e, contestualmente, l’elisoccorso Icaro 02.

I tecnici, una volta giunti sul posto, hanno provveduto a mettere in sicurezza i compagni, che sono stati successivamente verricellati. Il corpo del giovane è stato poi avvistato da una coppia di climbers nei pressi della falesia sottostante. Alle operazioni hanno partecipato Carabinieri e  Vigili del Fuoco.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Escursionista precipita nel vuoto, trovato il corpo alla base della parete rocciosa

AnconaToday è in caricamento