Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Cronaca Numana

Appropriazione indebita e reati societari, sequestrato un noto albergo

I finanzieri hanno sequestrato un Hotel dal valore di oltre 1.350.000 euro. Oltre alla struttura sono stati sequestrati i conti correnti intestati ad uno dei soci

Il Nucleo di Polizia Tributaria della Guardia di Finanza di Ancona ha sequestrato preventivamente una nota struttura alberghiera di Numana, nella zona del porto turistico, insieme ai conti correnti intestati alla stessa azienda e ad uno dei soci, indagato in stato di libertà.

Le indagini sono nate a seguito di alcune denunce presentate all’Autorità Giudiziaria marchigiana dai due fratelli, titolari dell’azienda alberghiera, riconducibili a situazioni di appropriazione indebita o configuranti reati societari, in relazione alle quali le Fiamme Gialle di Ancona. Le indagini hanno permesso di scoprire che uno dei titolari aveva stipulato un contratto di affitto di azienda con una società di comodo: quest’ultima è risultata essere stata costituita ad hoc grazie alle complicità di altri soggetti, al fine di estromettere dalla gestione l’altro socio, pattuendo formalmente un canone di affitto (pari a soli 2.500 euro mensili) evidentemente sottovalutato in relazione alle potenzialità di una struttura situata sulla Riviera del Conero e dotata di 38 stanze con vista – mare, che nel 2015 aveva conseguito un volume d’affari superiore a 330.000 euro. Il Giudice per le Indagini Preliminari di Ancona - Dott. Carlo Cimini, ha emesso un provvedimento di sequestro d’azienda, disponendo il blocco dei conti correnti intestati alla società nonché il sequestro dei saldi attivi dei conti correnti intestati al socio indagato. Il giudice inoltre, su disposizione del GIP, ha provveduto alla nomina di un amministratore giudiziario, al quale è stata affidata in gestione l’azienda sottoposta al vincolo cautelare.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Appropriazione indebita e reati societari, sequestrato un noto albergo

AnconaToday è in caricamento