Oltre 700 metri di rete abusiva in mare, pericolo per le imbarcazioni: arriva il sequestro

La rete, recuperata dall’equipaggio, è stata posta sotto sequestro amministrativo

La rete sequestrata

La Guardia Costiera di Ancona ha sequestrato, a circa 25 miglia nautiche dal porto di Ancona, e più precisamente nelle acque prospicenti la piattaforma di estrazione ENI denominata “FAUZIA”, una rete da posta posizionata in modo abusivo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sul posto è intervenuta la M/V CP 285, della Capitaneria di porto di Ancona, la quale giunta a circa 170 metri dalla piattaforma ha individuato 700 metri di rete, priva di ogni elemento di identificazione sia diurno che notturno, tali da costituire un grave pericolo per la navigazione. La rete, recuperata dall’equipaggio, è stata posta sotto sequestro amministrativo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Marche, presentata la nuova Giunta Acquaroli: ecco tutti gli assessori con deleghe

  • Covid al liceo, studentessa positiva al tampone: classe di 29 alunni in quarantena

  • Erano l'incubo degli adolescenti, costretti ad inginocchiarsi: arrestati 5 baby stalker

  • Ubriaco fradicio, tampona una donna: nel sangue un tasso alcolemico spropositato

  • Incendio nella notte, paura in un palazzo del centro: 4 persone in ospedale

  • Salvini imbarazza Acquaroli e lo brucia sulla giunta delle Marche: Ancona a mani vuote

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AnconaToday è in caricamento