Gruppo Consiliare "X Sirolo": «Il passo del lupo va gestito non abbandonato»

Serve gestione, manutenzione, monitoraggio e comunicazione di questo luogo magico

Passo del Lupo

«Il passo del lupo va gestito, non abbandonato»: sono le parole del gruppo consiliare “X Sirolo” che aggiungono: «Come sempre anche questo weekend, diverse decine di persone sono scese per il sentiero del Passo del Lupo.  Nonostante sia in vigore l’ordinanza del precedente sindaco, tantissime persone scendono inconsapevoli e senza alcun controllo. Questo espone il comune e la collettività a gravi rischi, nonché a gravi danni per l’immagine turistica di Sirolo. Noi come gruppo “X Sirolo”, eravamo e siamo tuttora fortemente convinti che il sentiero vada riaperto, ma con le parole d’ordine: gestione, manutenzione, monitoraggio e comunicazione».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Aggiungono poi: «Le difficoltà oggettive e le caratteristiche intrinseche che lo rendono unico nel suo genere, sono punti di forza che vanno comunicati al visitatore, che deve scendere equipaggiato e con una preparazione fisica adeguata. La gestione va concordata con associazioni ed enti territoriali, in modo che ci sia un costante controllo delle discese. Una prospettiva attuabile potrebbe essere quella delle escursioni guidate, con accompagnatori abilitati, prevedendo anche un preciso e puntuale monitoraggio che possa chiudere il sentiero non appena le condizioni lo richiedono, come ad esempio un meteo avverso. La mancanza di manutenzione, adesso, mette seriamente a rischio chi affronta la discesa». Il gruppo sribadisce come non sia accettabile che un’ordinanza temporanea diventi un divieto perenne. «Il problema della sicurezza e dei comportamenti responsabili merita senza dubbio la massima attenzione ma di certo non si risolve con una ordinanza o, peggio, ignorandone l’esistenza. Inoltre le ordinanze sono "contingibili e urgenti" pertanto l'ente si dovrebbe comunque attivare per eliminare le cause di pericolosità che sono alla base delle ordinanze stesse, altrimenti permangono e si aggravano le responsabilità che mettono a rischio il comune di Sirolo sotto diversi aspetti. Il Sindaco anche in questo caso poco ha fatto se non affidare un incarico legale per formulare un parere in merito alla ''fattibilità o meno dell'utilizzo del sentiero. Siamo convinti che si possa trovare la giusta sintesi ad interesse di tutta la collettività, per una fruizione controllata con il coinvolgimento di guide locali e associazioni che operano per il territorio».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Abusi sessuali su un'alunna, maestro allontanato dalla scuola: la verità nei suoi diari

  • «Non faccio sesso da 2 anni», donna lo urla ed arrivano decine di persone

  • «Con quella mascherina nera non può votare»: avvocatessa respinta dal seggio

  • Schianto con il camper, Luca non ce l'ha fatta: è morto dopo 5 giorni di agonia

  • Denti ingialliti, come risolvere il problema rapidamente e senza igienista

  • Dagli show al semaforo, al grattino da 300mila euro: la sliding door di Tiziano

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AnconaToday è in caricamento