Percorsi virtuali, app e un anfiteatro: Green Pix, il parco hi-tech progettato dagli studenti

Il Comune finanzierà il restyling da 134mila euro firmato dai ragazzi del Savoia-Benincasa e vincitore del bilancio partecipato

I ragazzi ideatori del progetto

Un parco hi-tech, concepito come spazio di condivisione, studio e gioco. Un’aula verde, senza i classici banchi, ma con panchine, tavoli e un’anfiteatro in legno destinato ad ospitare lezioni, eventi, spettacoli e, perché no, un mercatino del libro usato. Un’oasi al centro di quattro scuole (l’istituto Savoia-Benincasa, il liceo classico Rinaldini, il liceo artistico Mannucci e l’istituto comprensivo Cittadella-Margherita Hack) ma al servizio di tutta la città. La riqualificazione dell’area verde di via Marini costerà 134mila euro al Comune, che ha deciso di finanziare il progetto Green Pix, vincitrice dell’ultimo bilancio partecipato, inserendolo con apposita delibera di Giunta nel piano triennale delle opere pubbliche 2019-2021. Il progetto nasce da un’idea degli studenti dell’istituto superiore Savoia-Benincasa (classe 5^ B Turismo), stanchi di vedere quel parco sotto la loro scuola assediato dal degrado e dai vandali. Avrà una seconda vita: un piccolo anfiteatro, nuovi percorsi, nuova illuminazione, un campetto polifunzionale, una copertura wi-fi totale e una app, per grandi e bambini, per conoscere le caratteristiche della vegetazione. Il restyling procederà per step. 

Riqualificazione del parco 

L’area verde di via Marini diventerà una vera e propria “oasi” all’avanguardia, un fiore all’occhiello di Ancona, in grado di ospitare i cittadini in modo accogliente, innovativo e sostenibile. I lavori prevedono la realizzazione di una pavimentazione dei principali percorsi pedonali con piastre rettangolari in tufo, così da limitare l’impatto ambientale, e la manutenzione del verde attraverso un intervento sistematico, con potatura di arbusti, rimozione degli alberi secchi e malati e la piantumazione di varietà tipiche del monte Conero, come il corbezzolo. 

Il percorso virtuale 

In collaborazione con il Dicea (Dipartimento di Ingegneria Civile, Edile e Architettura) dell’Univpm è stata realizzata un’app che trasformerà lo smatrphone in un libro a tre dimensioni per stimolare l’apprendimento interattivo: grazie a dispositivi bluetooth dislocati in luoghi sicuri (al riparo da possibili atti vandalici) basati su tecnologia iBeacons, sarà possibile interagire con le piante. Come? Basterà avvicinare il cellulare all’oggetto d’indagine per ricevere notifiche con tutte le informazioni per riconoscere le piante e scoprirne caratteristiche e curiosità. I contenuti multimediali saranno disponibili anche per i bambini che nel loro percorso educativo saranno guidati dal “Signor Marini”, un simpatico personaggio virtuale che li accompagnerà alla scoperta del magico mondo della natura e leggerà i testi redatti dagli stessi studenti del Savoia-Benincasa. 

Social park 3.0 

Il parco di via Marini diventerà spazio ricreativo e di studio, rinnovato e hi-tech, interamente coperto da rete wi-fi, con tavoli circolari e panchine per svolgere attività didattiche o per un semplice incontro all’aria aperta, un percorso d’accesso alternativo pensato per le persone diversamente abili e un anfiteatro in legno ribattezzato “Agorà” dove svolgere lezioni alternative, ma anche attività extrascolastiche, eventi, dibattiti, spettacoli teatrali o musicali e allestire un mercatino del libro usato. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Campetto polifunzionale 

Conciliare studio e sport è fondamentale, per questo il progetto prevede anche la riqualificazione del campetto già esistente, ma ridotto in pessime condizioni. Diventerà uno spazio attrezzato e polifunzionale, una palestra all’aria aperta per praticare più discipline, come il calcetto, il basket e la pallavolo. Il recupero comincerà con lo smontaggio dell’attuale recinzione e l’adeguamento di alcuni pali, così da installare una nuova rete. La nuova pavimentazione sarà in erba sintetica e modificherà l’aspetto del campetto, permettendo di viverlo in sicurezza. Verranno montati due frontoni di testata attrezzati con le porte da calcetto e i tabelloni da basket e grazie a un impianto con pali esterni e rete scorrevole, adattabile a varie altezze, si potrà giocare anche a pallavolo. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Marche, ordinanza di Acquaroli: didattica a distanza nelle scuole e mezzi pubblici al 60%

  • Nuovo Dpcm, nessun divieto di circolazione: stop anticipato a bar e ristoranti

  • Le Marche corrono ai ripari: raddoppio vaccini, tamponi in farmacia e potenziamento Usca

  • Erano l'incubo degli adolescenti, costretti ad inginocchiarsi: arrestati 5 baby stalker

  • Chiusura piazza del Papa, la Mancinelli avverte: ora palla agli anconetani

  • Terapie intensive, Marche terzultime in Italia: apre il Covid Hospital con medici militari

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AnconaToday è in caricamento