rotate-mobile
Mercoledì, 26 Gennaio 2022
Cronaca

False certificazioni al Paolinelli: «Amareggiato, ma un gesto non cancella l’impegno di tanti»

L’assessore Stefano Foresi ha commentato affranto quanto accaduto nell’hub vaccinale che fin qui sta viaggiando al ritmo di 1200 dosi giornaliere

L’inchiesta sulle false certificazioni che ha portato al blitz della Polizia nel centro vaccinale del Paolinelli, con un infermiere arrestato e quattro persone (tra cui un avvocato) ai domiciliari, ha lasciato profondo sgomento nel capoluogo. L’assessore del Comune di Ancona Stefano Foresi ha commentato in modo affranto l’accaduto invitando a non dimenticare l’importanza regionale di un hub come il Paolinelli per quanto fatto fino ad ora nella lotta al Covid:

«Sono rimasto esterrefatto dalla notizia, amareggiato per non dire altro. I vaccini, la lotta al Covid sono cose serie non si può sentire di queste cose. Ci tengo a specificare, tuttavia, che per l’errore di uno non può andarci di mezzo uno dei centri più importanti a livello regionale. Il Paolinelli è pieno di brave persone e di grandi professionisti che stanno lottando incessantemente da marzo 2020 tra tamponi e vaccini».

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

False certificazioni al Paolinelli: «Amareggiato, ma un gesto non cancella l’impegno di tanti»

AnconaToday è in caricamento