Cronaca

Qualità delle acque e illegalità ambientali, Goletta Verde solca il nostro mare

L’imbarcazione ambientalista in viaggio per monitorare la qualità delle acque marine, denunciare le illegalità ambientali, il marine litter

Le Marche saranno la dodicesima regione toccata dal tour 2018 di Goletta Verde, la storica campagna di Legambiente in viaggio lungo le coste italiane per denunciare e contrastare i “pirati del mare” e per informare e sensibilizzare i cittadini sull'importanza di salvaguardare questo prezioso ecosistema e le sue bellezze. L’imbarcazione ambientalista farà tappa a Pesaro dove resterà attraccata fino al 3 agosto (presso la banchina Calata Caio Duilio).  

Un viaggio, quello di Goletta Verde, che si concluderà il 12 agosto a Trieste, dopo 22 tappe, e che quest’anno ha tra le priorità anche quella di affermare il ruolo centrale del Mediterraneo nelle politiche di accoglienza e integrazione, affinché recuperi il suo ruolo di cerniera tra culture e mondi che cooperano. Un tour – realizzato anche grazie al sostegno di CONOU, Consorzio nazionale per la gestione, raccolta e trattamento degli oli minerali usati, e dei partner Novamont e Ricrea, Consorzio nazionale per il riciclo e il recupero degli imballaggi in acciaio (La Nuova Ecologia e rinnovabili.it sono invece media partner) – che anche quest'anno ha l'obiettivo di denunciare le minacce ai mari e alle coste italiane.

Al centro della tappa marchigiana di Goletta Verde il beach litter e marine litter, che continuano a invadere le spiagge e a finire in mare, gli scarichi inquinanti delle tante località che ancora non hanno una depurazione efficiente, così come l’assurda corsa alle trivellazioni petrolifere che mettono a rischio il Mediterraneo. Durante le sue tappe Goletta Verde incrocerà le altre iniziative estive promosse da Legambiente come “Usa e getta? No Grazie”, la nuova campagna di informazione e sensibilizzazione contro l’uso di materiali monouso in plastica come piatti, stoviglie, bottiglie e bicchieri e Clean Sea Life, la campagna di sensibilizzazione per la riduzione dei rifiuti marini che unisce subacquei, pescatori, diportisti, bagnini, bagnanti, ragazzi e tutti i cittadini nella difesa del mare attraverso la prevenzione e la pulizia di coste e fondali,

Come sempre, infine, con il servizio Sos Goletta, Legambiente assegna un compito importante a cittadini e turisti, a cui chiede di segnalare situazioni anomale di inquinamento delle acque: tubi che scaricano direttamente in mare ma anche chiazze sospette. I tecnici del laboratorio mobile approfondiranno le denunce e le segnalazioni arrivate, per poi farle arrivare alle autorità competenti. Per inviare basta collegarsi al sito www.legambiente.it/golettaverde, oppure scrivere a sosgoletta@legambiente.it.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Qualità delle acque e illegalità ambientali, Goletta Verde solca il nostro mare

AnconaToday è in caricamento