Giuliano De Minicis, il cordoglio del sindaco Mangialardi: «Perdiamo un uomo buono»

Così il sindaco di Senigallia Maurizio Mangialardi sulla scomparsa di Giuliano De Minicis. Il celebre designer se n’è andati ieri all’età di 65 anni.

Mangialardi e De Minicis

SENIGALLIA – «Smarrimento, sconforto ma soprattutto un immenso dolore per la tragica scomparsa di quello che è stato per me anzitutto un grande amico. Non è una frase di circostanza dire che con la scomparsa di Giuliano oggi siamo tutti più poveri. Lo è sicuramente la nostra comunità, perché Giuliano, pur residente a Marotta, aveva scelto Senigallia per insediare la sua azienda di comunicazione. Un vero e proprio laboratorio di concetti e pensieri, che con la sua talentuosa creatività aveva fatto crescere nel corso degli anni grazie alla promozione e alla cura di tantissimi eventi nel nostro territorio e non solo, coniugando sempre marketing e raffinatezza culturale, connubio che ha sempre rappresentato il suo tratto distintivo». Così il sindaco di Senigallia Maurizio Mangialardi sulla scomparsa di Giuliano De Minicis. Il celebre designer se n’è andati ieri all’età di 65 anni.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Ma Giuliano - continua il sindaco - lascia un vuoto incolmabile anche a livello regionale, dove oltre a essere molto apprezzato per la sua attività professionale, era conosciuto per l’infaticabile impegno a favore di una miriade di progetti di solidarietà, che lo avevano spesso portato a essere il fulcro di un’ampia rete di imprenditori e mecenati. Tra le sue ultime iniziative non possiamo dimenticare quella per la ricostruzione della scuola di Pieve Torina, gravemente danneggiata dal sisma del 2016. Con Giuliano, dunque, perdiamo un uomo buono e sensibile, che nonostante la genialità delle sue idee, con il suo caloroso sorriso e i suoi modi affabili sapeva sempre ascoltare e confrontarsi in maniera intelligente con chi aveva di fronte. Ci mancherà Giuliano, mancherà ai suoi cari, a cui a nome mio e di tutta l’Amministrazione comunale esprimo le più sentite condoglianze, mancherà a tutti coloro che gli hanno voluto bene, e sono tantissimi perché non si poteva non provare affetto per una persona così speciale. E mancherà a me, che oltre a una profonda amicizia, mi legava a lui anche un rapporto di bella e proficua collaborazione. Di una cosa siamo certi, il nome e l’opera di Giuliano non saranno dimenticati dalla nostra città».

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo Dpcm, nessun divieto di circolazione: stop anticipato a bar e ristoranti

  • La piazza come una latrina, sorpreso a defecare: costretto a pulire i suoi escrementi

  • Nuovo Dpcm, arriva la firma di Conte: ecco cosa cambia da lunedì 26 ottobre

  • Folle corsa per la città, tra speronamenti e sorpassi: l'inseguimento e poi l'incidente

  • Il vento della protesta arriva anche ad Ancona

  • Contagio in aula, allarme in una scuola dell'infanzia: scatta la quarantena per i bimbi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AnconaToday è in caricamento