Giunta: il Giudice di Pace e il Tribunale di Sorveglianza vanno all’ex Savoia

Il Comune di Ancona, nel corso della giunta di oggi, ha deciso il trasferimento presso l'ex liceo Savoia degli Uffici del Giudice di Pace e del Tribunale di Sorveglianza, attualmente ospitato in un condominio

Il Comune di Ancona, nel corso della giunta di oggi, ha deciso il trasferimento presso l’ex liceo Savoia degli Uffici del Giudice di Pace e del Tribunale di Sorveglianza. Il “trasloco” avverrà dopo una serie di verifiche che comportano l’assenso del Ministero di Giustizia e i relativi impegni finanziari.
L’ex Liceo Savoia è rimasto infatti inutilizzato a seguito dell’accorpamento di alcuni istituti scolastici effettuato dalla Provincia di Ancona. La struttura vanta una superficie complessiva di 4.500 mq, e la Provincia ha dato la disponibilità a concedere in locazione l’edificio per essere utilizzato come sede di uffici giudiziari.  Nello stabile  andrebbero così a trovare posto gli Uffici del Giudice di Pace e del Tribunale di Sorveglianza, attualmente collocato al piano terra di un condominio di abitazioni.

"Un tale accorpamento - scrive il Comune - potrà comportare  una ottimizzazione del servizio di gestione e manutenzione degli immobili, oltre a favorire una maggiore vicinanza agli altri uffici giudiziari e agli uffici comunali.
Al fine di rendere l’immobile utilizzabile è tuttavia necessario effettuare alcuni interventi di adeguamento dell’ex istituto scolastico, che richiederanno un adeguato  periodo di lavori".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dpcm 3 dicembre (Natale) e Dl spostamenti, cosa cambia nelle Marche: le modifiche

  • Vitamina D: perché è importante, dove trovarla e come accorgersi di una carenza

  • Marche zona gialla o zona arancione? Acquaroli fa chiarezza

  • Dramma nella notte, Yasmine muore a soli 20 anni: il cordoglio da tutta la città

  • LE MARCHE TORNANO ZONA GIALLA

  • Ora è ufficiale, le Marche di nuovo in zona gialla: ma cosa cambia da domenica?

Torna su
AnconaToday è in caricamento