Giubilei presenta il suo libro: “Ecco l’Europa sovranista che vogliamo”

Un evento organizzato dall’associazione culturale Energie per Senigallia, presieduta da Massimo Bello

SENIGALLIA - Salvini, Orbàn, Le Pen. Tra sovranismo e nuova Europa. Di questo si parlerà sabato 18 maggio al Palazzetto Baviera di Senigallia alla presenza di Francesco Giubilei, giornalista, editore e fondatore del think tank Nazione Futura, che presenterà al pubblico il suo nuovo libro dal titolo: «Europa sovranista: da Salvini alla Meloni, da Orbàn alla Le Pen».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Secondo l’autore, volto noto della tv dove spesso è chiamato come opinionista in trasmissione di approfondimento politico, è necessario costituire “una nuova classe dirigente sovranista che metta al centro del proprio operato il popolo”. Un evento organizzato dall’associazione culturale Energie per Senigallia, presieduta da Massimo Bello. “Non si tratta di un ritorno al nazionalismo – spiega Claudio Piersimoni, socio di Energie per Senigallia e organizzatore dell’incontro – ma della ricerca di una diversa e più armoniosa collaborazione fra i popoli e soprattutto la garanzia che valori considerati definitivamente acquisiti, come la democrazia popolare, e che ora non lo sono più, tornino ad avere la supremazia di cui godevano in passato. L’esigenza che accomuna i sovranisti è quella di tornare ad essere padroni del proprio destino e di continuare a credere nella supremazia della volontà popolare, in evidente rottura con l’approccio elitario e tecnocratico che accomuna l’establishment europeo. L’attuale modello dell’Unione Europea, infatti, è l’antitesi della democrazia popolare. Oggi a contestare il fatto che la globalizzazione sia un processo ineluttabile che si può solo subire non sono più solo i “no-global” ma anche molti rappresentanti di quell’opinione pubblica moderata”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Marche, presentata la nuova Giunta Acquaroli: ecco tutti gli assessori con deleghe

  • Tragico investimento, travolta e uccisa da un'auto sotto gli occhi della nipotina

  • Concorso pilotato per favorire la fidanzata di un medico, primario nei guai

  • Covid al liceo, studentessa positiva al tampone: classe di 29 alunni in quarantena

  • Erano l'incubo degli adolescenti, costretti ad inginocchiarsi: arrestati 5 baby stalker

  • Ubriaco fradicio, tampona una donna: nel sangue un tasso alcolemico spropositato

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AnconaToday è in caricamento