Cronaca

Bonnie e Clyde in salsa anconetana, due colpi a vuoto e arrestati

La pazza serata di due giovani che prima hanno tentato un colpo in farmacia, poi a un supermarket prima di essere bloccati da una pattuglia delle Volanti

Lei si presenta nella farmacia di turno notturno chiedendo uno spazzolino da denti. Lui attende nell'ombra il momento giusto per fare la sua comparsa ed entrare nell'esercizio. Intenzioni poco chiare tanto che i i farmacisti, accortisi del movimento sospetto, hanno serrato le porte scatenando urla e insulti dei due. È stato questo il primo atto dello spettacolo che hanno dato, a Brecce Bianche, un ragazzo e una ragazza, anconetani di 27 e 24 anni, nella serata di venerdì 16 giugno. Una volta chiusi fuori hanno dato calci e pugni alla vetrata, allontanadosi solo alla vista dei farmacisti al telefono e temendo (giustamente) l'arrivo di una pattuglia della polizia. Volante che è arrivata e che si è messa sulle tracce dei soggetti in questione.

Finita qui? Macché. La coppia, salita in auto, è partita alla volta del centro. Gli agenti della Questura li hanno intercettati in via del Cardeto. Erano appena usciti da un market di via Matteotti dove avevano preso prodotti alimentari senza pagare. Lei spingendo i commessi, lui togliendosi la maglietta e iniziando a minacciare i presenti. Lei ha anche tentato di scappare ma è stata rincorsa verso il centro storico e, nonostante il tentativo di nascondersi sotto le auto in sosta, è sta bloccata in corso Mazzini. Sono seguiti insulti ai poliziotti, calci, spintoni, pugni. Tutto inutile. Sono stati arrestai per tentata rapina, oltraggio, resistenza minaccia a pubblico ufficiale, danneggiamento e lesioni personali.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bonnie e Clyde in salsa anconetana, due colpi a vuoto e arrestati

AnconaToday è in caricamento