Senigallia: 21enne osimano trovato svenuto in un fosso, è giallo

Nella notte tra sabato e domenica un 21enne di Osimo è stato trovato in un fosso privo di conoscenza, a Senigallia, nei pressi della nota discoteca Mamamia. Malore o aggressione? Spuntano testimoni

Nella notte tra sabato e domenica un 21enne di Osimo è stato trovato in un fosso privo di conoscenza, a Senigallia, nei pressi della nota discoteca Mamamia. Il giovane è stato soccorso dai medici del 118 e portato in ospedale: in un primo momento le sue condizioni sono state giudicate gravi, ma poi il ragazzo per fortuna si è ripreso.

GIALLO. La vicenda, riportata dal Messaggero, presenta numerosi punti oscuri. All'inizio si è pensato che il giovane avesse avuto un malore - magari dovuto all'assunzione di alcool o di sostanza stupefacenti - e si fosse accasciato a margine del bordo stradale finendo nel fosso, ma sono spuntati alcuni testimoni che hanno raccontato una storia diversa: il 21enne sarebbe stato aggredito da un gruppo di stranieri, picchiato e lasciato privo di sensi nel fosso.
Molteplici gli interrogativi: perché il giovane si trovava da solo per strada? Se di aggressione si è trattato, quale è stato il motivo scatenante?
A queste domande si dovrà trovare risposta se, una volta uscito dall'ospedale, il giovane decidesse di sporgere denuncia.

Solo pochi giorni fa gli spazi antistanti la frequentatissima discoteca rivierasca erano stati testimoni di un evento increscioso: circa 150 giovani ubriachi avevano preso a sassate uno dei pullman della Victoria Colonna che avrebbe dovuto riportarli a casa, mentre un terrorizzato autista, assediato dall'esercito di giovani balordi, chiamava le forze dell'ordine.
Polizia, carabinieri e Municipale erano giunti nel parcheggio per tentare di riportare la situazione alla normalità, ma naturalmente nulla si è potuto fare - dal punto di vista legale - contro quel vero e proprio esercito di ragazzi e ragazze fuori controllo, se non - con estrema difficoltà - farli salire sul pullman e riportarli a casa. Quelli che non erano riusciti a salire sui mezzi, inoltre, si sono in seguito diretti a piedi verso la stazione, dalla rotatoria di via Mattei fino alla Cesanella, proseguendo l'insensata opera di distruzione danneggiando tutto quello che capitava loro sotto tiro: cassonetti dell'immondizia, cartelli stradali e cassette della posta.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il nuovo Dpcm arriva il 3 dicembre, limitazioni tra regioni e raccomandazioni per il Natale

  • Blitz in via 25 Aprile, Carabinieri e Polizia in massa blindano la strada: 4 arresti

  • Non lo vedono giorni, i vicini danno l'allarme ma è troppo tardi: uomo morto in casa

  • Marche di nuovo in zona gialla? Acquaroli ci spera: «La curva sta scendendo»

  • Lutto in Comune, morta a 45 anni la dipendente Patrizia Filippetti

  • Pauroso incidente a Sappanico, dell'auto rimane solo la carcassa

Torna su
AnconaToday è in caricamento