Mercoledì, 16 Giugno 2021
Cronaca

Numana: beve candeggina e tenta il suicidio, salvata dai carabinieri

La giovane, milanese, si era allontanata da casa destando grandissima preoccupazione nei genitori che ne avevano regolarmente denunciato la scomparsa il 28 marzo scorso. Salvata dai carabinieri

A Numana, in via Litoranea, i carabinieri sono intervenuti sabato all’una del mattino per soccorrere una giovane donna che stava cercando di suicidarsi gettandosi in mare dall’arenile antistante lo stabilimento balneare “Da Marino”. Gli uomini dell’arma sono giunti in tempo per raggiungerla e bloccarla: la donna accusava forti dolori all’addome, e ha confessato ai militari di aver ingerito della candeggina.

Subito trasportata all’ospedale regionale di Ancona, si è poi potuto procedere all’identificazione, scoprendo così che la ragazza, N.M.G., nata a Monza nel 1971 e residente a Muggio, in provincia di Milano, si era allontanata da casa, destando grandissima preoccupazione nei genitori che ne avevano regolarmente denunciato la scomparsa il 28 marzo scorso.

A quanto pare la donna – che già in passato la donna aveva tentato più volte di suicidarsi – si era trovata già a passare per Numana, e aveva eletto il comuni anconetano come teatro per il suo tentativo di suicidio. L’insano gesto, secondo gli inquirenti, è verosimilmente riconducibile a crisi depressive conseguenti alla rottura di un rapporto sentimentale.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Numana: beve candeggina e tenta il suicidio, salvata dai carabinieri

AnconaToday è in caricamento