Domenica, 24 Ottobre 2021
Cronaca Senigallia

Giovane barricato in casa a Scapezzano, la polizia chiarisce alcuni dettagli

Il giovane, al momento dell'ingresso dei poliziotti, portava al collo un grosso corno tribale, e "non ha mai dimostrato di voler aggredire o minacciare alcuno, né tantomeno di compiere atti di autolesionismo"

Dopo l’intenso pomeriggio di ieri gli uomini del Commissariato di Polizia di Senigallia hanno tenuto a precisare alcuni aspetti relativi alla vicenda  di D.R., il giovane di 32 anni che ieri si è barricato in casa a Scapezzano.

“Non risultano particolari situazioni che potessero far pensare a tale tipo di reazione da parte del giovane – spiegano in un comunicato stampa – per cui è possibile che il comportamento dello stesso che, alla vista degli uomini della Polizia municipale, ha preso un coltello da cucina, lungo oltre 30 cm, ed ha chiuso la porta di casa, sia stato dettato da uno stato di agitazione e di paura piuttosto che dalla volontà di far del male”.

Il giovane, al momento dell’ingresso dei poliziotti, portava al collo un grosso corno tribale, e “non ha mai dimostrato di voler aggredire o minacciare alcuno, né tantomeno di compiere atti di autolesionismo”.
Gli agenti hanno dunque messo in atto le tecniche di negoziazione utilizzate in casi come questo, fino a far “abbassare la guardia” al 32enne  consentendo agli agenti di bloccarlo e disarmarlo.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giovane barricato in casa a Scapezzano, la polizia chiarisce alcuni dettagli

AnconaToday è in caricamento