Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Cronaca

L'identikit del giocatore patologico in provincia: maschio e con un lavoro stabile

I dati parlano di 119 casi ad Ancona città, 16 a Senigallia, 10 a Jesi, 7 a Fabriano. Di questi 121 sono maschi di età media 44,65 anni e 31 femmine di età media 54,78

Il fenomeno del gioco d’azzardo patologico è un problema, è in aumento e lo è anche nella provincia di Ancona, dove il numero totale dei pazienti trattati dall’Area Vasta 2 nel primo semestre 2016 è di 152. Sono i dati forniti dal dipartimento delle Dipendenze patologiche del Servizio Territoriale di Ancona. Dati che parlano di 119 casi ad Ancona città, 16 a Senigallia, 10 a Jesi, 7 a Fabriano. Di questi 121 sono maschi di età media 44,65 anni e 31 femmine di età media 54,78. Quasi tutti italiani, salvo poche eccezioni, il cui 45% è diplomato alle scuole medie superiori. Ma il dato forse più inaspettato è che l’81% lavora (59% stabile e 22% saltuario). Dunque l’anconetano che ha problemi patologici con il gioco d’azzardo è giovane e lavora stabilmente. A spiegarlo è Marco Nocchi delle politiche regionali in materia di gioco d’azzardo, relatori al prossimo convegno presentato oggi in Comune dal titolo “A che gioco giochiamo”

«Non è una dipendenza da sostanza per cui c’è un appiattimento della vita nella sostanza. E’ diverso perché non dà sintomi fisici ed è necessario coinvolgere le famiglie nei gruppi di aiuto che hanno durata breve proprio per consentire a malati di proseguire l’attività lavorativa settimanale. Sono professionisti, imprenditori, impiegati, non sono persone che vivono ai margini della società. Come regione stiamo svolgendo un monitoraggio per raccogliere dati e con quelli valutare servizi da mettere in campo». Quali? Lo ha spiegato l’assessore ai Servizi Sociali del Comune di Ancona Emma Capogrossi: «Stiamo lavorando ad un regolamento comunale in linea con quello di altre città, le cui regole stabiliranno per esempio le distanze dei centri di gioco o scommesse dai luoghi sensibili come scuole, centri aggregazione giovanile, chiese, oratori, centri per anziani, dettando anche precisi orari di apertura e chiusura». 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'identikit del giocatore patologico in provincia: maschio e con un lavoro stabile

AnconaToday è in caricamento