rotate-mobile
Mercoledì, 17 Aprile 2024
Cronaca

Geo Barents, sbarcati tutti i 48 migranti e trasportati nelle strutture: ecco dove vanno

Le operazioni sono durate circa cinque ore. Presenti gli uomini della Protezione civile, Croce Rossa, Vigili del Fuoco e le forze dell’ordine a monitorare la situazione. Tutti i migranti stanno bene e al momento del controllo sanitario non è risultato nessun positivo al Covid

ANCONA - Il viaggio della speranza è terminato. La Geo Barents ha attraccato intorno alle 11,15 di questa mattina (17 febbraio) alla banchina 22 del Porto di Ancona. Ad attenderli gli uomini della Protezione Civile, Vigili del Fuoco e Croce Rossa. Presenti sul posto anche il Prefetto Darco Pellos e il Questore Cesare Capocasa. 

Lo sbarco

A terra, lungo la banchina, sono stati allestiti i container e i gazebo per la prima accoglienza. Due box per le visite sanitarie e un camper per espletare le eventuali attività amministrative. Alle cooperative sociali, anche loro impegnate a dare supporto alle operazioni di prima accoglienza, è spettato il compito di fornire a tutti i migranti un kit contenente beni di prima necessità: vestiario, saponi, spazzolino da denti. Prima di procedere con lo sbarco è stato effettuato un primo controllo sanitario a bordo con screening di tutti i migranti tramite tampone da cui non è risultato nessun positivo al Covid. Poi è seguito un secondo controllo sanitario una volta scesi in banchina. Terminate le procedure iniziali, i 48 migranti sono stati trasportati nelle strutture di prima accoglienza. 

Il trasferimento nelle strutture

«I nostri servizi sociali sono all’opera come previsto dal coordinamento in capo alla Prefettura - ha affermato l’assessore ai servizi sociali, Emma Capogrossi - sappiamo che stanno tutti bene e dunque si procederà con l’allocazione nelle strutture facenti parte al circuito Sai (Sistema Accoglienza Integrazione, ndr) dislocate su tutto il territorio regionale. Dei nove minori presenti sulla nave, sette saranno destinati a strutture su territorio regionale. Mentre gli altri due in Abruzzo. Gli altri trentanove, tutti adulti, saranno destinati ai Cas della regione Marche situati anche in provincia di Ancona. Se, dai controlli identificativi, dovesse emergere la presenza di altri minori, interverrà la Caritas di Senigallia con le proprie apposite strutture per la collocazione. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Geo Barents, sbarcati tutti i 48 migranti e trasportati nelle strutture: ecco dove vanno

AnconaToday è in caricamento