menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Gennaro Pieralisi

Gennaro Pieralisi

Imprenditoria in lutto: Jesi piange la morte di Gennaro Pieralisi

Scomparso ad 82 anni, la sua azienda è negli anni diventata leader internazionale nella commercializzazione di impianti oleari

JESI - La città piange la morte di Gennaro Pieralisi, storico imprenditore 82enne scomparso il 6 novembre all'Ospedale di Pesaro dopo che le sue condizioni di salute si erano aggravate molto nell'ultimo periodo. Nato a Monsano nel 1938, l'ingegner Pieralisi ha costruito l'omonima azienda famosa nel mondo grazie allo sviluppo della tecnologia per la produzione dell’olio di oliva attraverso la centrifugazione nel processo di estrazione.

Il Gruppo è diventato leader nel mondo per la costruzione e la commercializzazione di impianti oleari. Nel 1999 è stato insignito del titolo di Cavaliere del Lavoro dal Presidente della Repubblica. A ricordarlo anche il sindaco della città, Massimo Bacci, che scrive un personale ricordo su Facebook: «La sua scomparsa è una triste notizia per la città di Jesi e non solo per essa. Per il nostro territorio, che amava profondamente, ha rappresentato un fondamentale punto di riferimento in termini di sviluppo economico, occupazione oltre che di mecenatismo distribuito generosamente su più settori: sociale, culturale, sportivo. Al figlio Gabriele ed ai congiunti tutti esprimiamo i sensi di profondo cordoglio». Vicinanza espressa anche dal Presidente della Regione, Francesco Acquaroli: «Desidero esprimere - scrive - a nome della Giunta regionale, della comunità marchigiana e mio personale, il profondo cordoglio per la perdita dell’ingegnere Pieralisi, esempio di grande attaccamento al territorio e alla tradizione imprenditoriale, precursore dei tempi con spiccato intuito e grande capacità di innovazione, che ha portato il marchio Pieralisi, dalla sua Jesi, a conquistare il mondo. Esprimo sentitamente la più commossa vicinanza ai suoi cari e ai suoi collaboratori». Non manca neppure la nota della Sindaca di Ancona, Valeria Mancinelli che lo descrive come un imprenditore e un mecenate illuminato che ha saputo creare e dare lavoro, portando la Vallesina nel mondo e contribuendo alla crescita  del sistema Marche.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Ancona millenaria va in tv: la storia della "dorica" in prima serata

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AnconaToday è in caricamento