Martedì, 15 Giugno 2021
Cronaca Valle Miano

Gattile: “Ancora nessuna notizia dal Comune, presto iniziative di mobilitazione”

A distanza di oltre una settimana dal Consiglio Comunale del 21 gennaio l’Anta Onlus è ancora all’oscuro circa il destino del gattile di Vallemiano. Nessuna notizia sulla convenzione né sulla struttura

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AnconaToday

“A distanza di oltre una settimana dal Consiglio Comunale del 21 gennaio l’Anta Onlus è ancora all’oscuro circa il destino del gattile di Vallemiano. Non si hanno notizie circa il rinnovo della convenzione scaduta il 31 dicembre:  l’associazione di volontariato sta mantenendo i gatti del gattile comunale senza una copertura finanziaria. Quanto alla struttura, dopo mesi di trattative sul progetto di Posatora, si viene a sapere (neanche dagli assessori ma dai giornali) che il terreno non è più disponibile e che il gattile finirà alla Baraccola. Perché all’improvviso il terreno di Posatora non sia più disponibile non è chiaro e aspettiamo che qualcuno lo spieghi. Quale sia questo nuovo terreno alla Baraccola non ci è dato saperlo, nessuno ci ha contattato per informarci e per discuterne, stiamo aspettando di essere contattati. Ci chiediamo poi  per quanto tempo sarà disponibile questo nuovo terreno prima della prossima destinazione, visto come si è comportato il Comune per il terreno di Posatora. Forse il tempo di preparare al canile di Bolignano la recinzione e i gabbiotti per trasferire i mici di Vallemiano? Che così si ritroveranno da una cuccia calda ad un terreno all’aperto in mezzo ai cani, non più raggiungibili dalla cittadinanza per le adozioni, e in attesa di una morte di stenti, in barba agli impegni presi dall’assessore ai servizi sociali Emma Capogrossi, che aveva dato totale assicurazione che tale ipotesi, per gravi motivi afferenti l’abbandono e il maltrattamento animale, era totalmente esclusa. E’ chiaro che tale ipotesi per le leggi a tutela degli animali non è configurabile, come per legge non è ipotizzabile chiudere il gattile.

Ci auspichiamo il mantenimento degli impegni con la massima trasparenza e il rispetto delle regole della democrazia dando corso, senza ulteriori ritardi, a quanto deliberato dal Consiglio Comunale invitando a questo fine la dirigenza dall’astenersi da autonomi e opposti percorsi.

Ricordiamo che non è solo l’Anta Onlus che lo chiede, ma anche 5000 cittadini che lo scorso febbraio hanno scritto indignati per protestare contro la decisione del Comune di Ancona di chiudere il Gattile di Vallemiano. Purtroppo a distanza di un anno nulla è cambiato, la voce dei cittadini pare abbia poca importanza, ma di nuovo si farà sentire ed è già partita una campagna di raccolta di firme. Altre importanti iniziative a sostegno del gattile da parte della cittadinanza seguiranno a breve.

 Anta Onlus Sezione di Ancona

INFO SULLA CAMPAGNA FIRME

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gattile: “Ancora nessuna notizia dal Comune, presto iniziative di mobilitazione”

AnconaToday è in caricamento