menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
A sinistra Jacopo Saccomani e a destra Maria Rita Bartolomei

A sinistra Jacopo Saccomani e a destra Maria Rita Bartolomei

Garante dei diritti in Regione, le associazioni di volontariato chiedono nomina indipendente

Le associazioni di Volontariato carcerario per la prima volta presentano dei nomi: quelli degli avvocati Maria Rita Bartolomei e Jacopo Saccomani

Le associazioni di Volontariato carcerario per la prima volta presentano dei nomi: quelli degli avvocati Maria Rita Bartolomei e Jacopo Saccomani. "Persone altamente qualificate giuridicamente, che conoscono il mondo giovanile e da sempre impegnate nel sociale. Momento delicato, il Garante sia libero dai partiti" si legge in una nota stampa. Per la prima volta, la Conferenza Regionale Volontariato Giustizia ha deciso di presentare dei nomi per il ruolo di Garante dei diritti della persona della Regione Marche. Si tratta delle candidature di Maria Rita Bartolomei e Jacopo Saccomani, avvocati, docenti, da sempre impegnati attivamente nel volontariato non solo carcerario. 

"Si tratta di una scelta dettata dalla particolare delicatezza del momento storico e sociale, che riteniamo necessario attraversare con la tutela verso i più deboli garantita da una persona libera e indipendente. Abbiamo invece notato come i nomi circolati per il ruolo di Garante dei Diritti siano quasi tutti riconducibili a un'area politica, quando non si tratti addirittura di persone già candidate o elette con qualche partito", affermano le associazioni. "Ma il Garante è un'Autorità indipendente che avvia istruttorie, scrive chiarimenti, scova magagne, decide, segnala e ha il dovere – se necessario – di mettere l'Amministrazione con le spalle al muro. Per tutto questo, chi ricoprirà questo ruolo non può mancare di indipendenza. Secondo noi è inaccettabile che venga scelto fra i politici, tanto meno fra quelli attivi. Perché il Garante è un sorvegliante del Potere, non ci va a braccetto. Il Garante è indipendente o non è. Siamo convintissimi che sia Maria Rita Bartolomei che Jacopo Saccomani saprebbero calarsi al meglio in questo ruolo di garanzia che ha il dovere di occuparsi di tutte quelle persone, italiane o straniere, che siano sottoposte a discriminazione, che vedano lesi i propri diritti, che non abbiano altra protezione se non questa. Serve una persona che abbia anche solidissime competenze giuridiche, che sia equidistante ed equilibrata, e che abbia conoscenza del tessuto sociale e del mondo dell'associazionismo che opera sul nostro territorio. Queste sono tutte caratteristiche che per Saccomani e Bartolomei non possono essere messe in discussione. Per questo, data la loro disponibilità a mettersi in gioco, di cui li ringraziamo, sono i nomi che sosteniamo", concludono le associazioni". 

Chi sono i candidati 

Maria Rita Bartolomei è Dottore di ricerca, avvocato, counselor e insegnante. Ricercatrice indipendente di Antropologia giuridica e culturale,  ha svolto numerose ricerche sul campo, oltreché in Italia, anche in India e in Africa. Già professore a contratto presso le Università di Macerata, Messina e Catania, è autrice di quaranta pubblicazioni scientifiche. Jacopo Saccomani è Dottore di ricerca, Avvocato Cassazionista e Professore a contratto di Diritto Penitenziario presso l'Università “Carlo Bo” di Urbino, Autore di numerose pubblicazioni scientifiche nonché esperto del Garante Nazionale dei diritti delle persone private della libertà personale

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, un contagio a scuola: due classi in quarantena

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AnconaToday è in caricamento