Lunedì, 2 Agosto 2021
Cronaca Via Monte Vettore

«Salve, sono il corriere», ma era un bluff: rubati capi d'alta sartoria per 100mila euro

Colpo grosso in una ditta di Osimo: i responsabili hanno consegnato la merce al finto incaricato di un'agenzia di spedizioni. Le telecamere hanno ripreso il furgone

Foto d'archivio

Quando il corriere, quello vero, ha telefonato in ditta per avvertire che sarebbe arrivato in ritardo, martedì sera, sono rimasti tutti sbigottiti. «Ma come? Non siete passati poco fa?».

No, chi era venuto a ritirare la merce, mezz’ora prima, era un ladro che conosceva per filo e per segno abitudini e movimenti all’interno della Paima di via Monte Vettore, a Casenuove. Sicuramente aveva studiato da tempo il colpo, che alla fine è riuscito: si è appropriato di un bottino ingente di maglie di alta sartoria che, immesse sul mercato, avrebbero fruttato fino a 100mila euro. Disperati i responsabili del magazzino aziendale, convinti di aver consegnato la merce al vero corriere. Non potevano immaginare che, invece, si trattava di un bluff, un astuto malvivente che ha giocato d’anticipo.

Le telecamere della ditta, una delle più importanti di Osimo perché rifornisce maglieria di alta qualità per grandi griffe, hanno ripreso un furgone, risultato poi noleggiato il giorno prima a Napoli: è stato recuperato successivamente fuori provincia, ma del ladro nessuna traccia. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

«Salve, sono il corriere», ma era un bluff: rubati capi d'alta sartoria per 100mila euro

AnconaToday è in caricamento