Martedì, 16 Luglio 2024
Cronaca Jesi

Strage di polli da Fileni, ladri di rame fanno saltare la corrente e ne uccidono (per asfissia) oltre 200mila

Circa 240mila polli uccisi da alcuni ladri di rame. E' quanto successo nelle scorse ore presso lo stabilimento Fileni di via Piandelmedico

JESI - Blitz nella notte da parte di alcuni ladri di rame presso lo stabilimento Fileni di via Piandelmedico. Cercavano l'oro rosso ma, staccando la corrente, hanno ucciso per asfissia circa 240mila polli. Agli animali è stato tolto l'ossigeno dopo che i banditi hanno tolto l'energia che alimentava l'impianto di ossigenazione. Il furto risale a circa 20 giorni fa. 

Il modus operandi

Per agire indisturbati i ladri hanno staccato la corrente ed hanno cercato di rubare alcuni cavi di rame. Ad un certo punto però si sono fermati, forse allertati dalla vigilanza, e sono fuggiti facendo perdere le proprie tracce. Da quantificare il bottino. I carabinieri di Jesi stanno visionando le telecamere di sorveglianza per dare un volto ai banditi. Per i polli non c'è stato niente da fare: la mancanza di ossigeno è stata fatale e nel giro di poco tempo sono deceduti. 

La nota dell'azienda

"In merito a quanto pubblicato oggi da alcuni organi di stampa sul furto perpetrato ai danni della Fileni presso l’allevamento di Cannuccia di Piandelmedico a Jesi e a seguito delle numerose richieste pervenute, la Società conferma che sono in corso indagini da parte delle forze dell’ordine tese a individuare i soggetti che, con l’obbiettivo di rubare una importante quantità di rame, hanno operato un atto vandalico ai danni non solo dell’azienda ma soprattutto degli animali allevati. Il Gruppo Fileni, che non ha comunicato l’accaduto per ovvi motivi di riservatezza rispetto alle indagini in corso, si augura che l’attività degli inquirenti possa portare presto all’individuazione e all’arresto dei malviventi".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Strage di polli da Fileni, ladri di rame fanno saltare la corrente e ne uccidono (per asfissia) oltre 200mila
AnconaToday è in caricamento