rotate-mobile
Mercoledì, 19 Giugno 2024
Cronaca Jesi

Ruba un computer dopo essere uscito dalla caserma dei carabinieri: arrestato ladro

E' un 30enne. Il giovane aveva subito, poco prima, una perquisizione perché sospettato di aver fatto dei furti. In casa però non era stato trovato nulla

JESI – Non ha resistito. Un finestrino di un'auto, lasciato abbassato, ha attirato un ladro che domenica mattina ha rubato un computar dalla vettura in sosta, a due passi dalla caserma dei carabinieri, in corso Matteotti. A commettere il furto è stato un 30enne che poco prima era uscito proprio dalla stessa caserma. I militari lo aveva fatto arrivare negli uffici dopo un decreto di perquisizione emesso dal gip, per un controllo dentro la sua abitazione, per una indagine su dei furti tecnologici commessi in zona. C'era il sospetto che quei furti li avesse fatti il 30enne. Dopo il controllo però l'appartamento era risultato pulito. Il 30enne era andato in caserma per firmare delle pratiche e appena è uscito ha fatto un furto davvero. Scoprirlo è stato semplice per i militari perché lo hanno incrociato per la strada, con uno zainetto rosa che lui prima non aveva. Così lo hanno fermato e gli hanno chiesto di chi fosse lo zaino. Lui avrebbe ammesso: «L'ho appena rubato». Così è stato arrestato per furto. Questa mattina l'arresto è stato convalidato dalla giudice Paola Moscaroli che poi lo ha rimesso in libertà. Ha l'obbligo di firma alla pg fino alla data del processo. Il suo difensore, l'avvocato Paolo Mengoni, ha chiesto i termini a difesa. Il 30enne, originario dell'Ucraina, con problemi di tossicodipendenza, davanti alla giudice ha ammesso i fatti. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ruba un computer dopo essere uscito dalla caserma dei carabinieri: arrestato ladro

AnconaToday è in caricamento