Cronaca Viale del Lavoro

Jesi: esce di prigione e tenta un altro furto, arrestato in via Del Lavoro

Aveva già scassinato la porta e caricato sul furgone - rubato anch'esso - 30mila euro di refurtiva, quando è stato colto sul fatto dai Carabinieri dell'Aliquota Radiomobile di Jesi

È stato il furgoncino parcheggiato davanti al negozio – “Pianeta ciclo” di via Del Lavoro – ad insospettire i Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile di Jesi, che stavano effettuando un controllo attorno alle 4 di questa notte. I militari, guidati dal Maresciallo Roberto Scarpone, sapevano che in quella zona di solito non è possibile parcheggiare, e infatti chi aveva lasciato il mezzo aveva dovuto spostare le fioriere poste davanti all’entrata dell’attività.

Quando si sono avvicinati per controllare hanno trovato l’ingresso del negozio forzato e il furgone aperto nel lato posteriore, con molte biciclette e un registratore di cassa già caricati all’interno. In quel momento un uomo è uscito dal negozio e ha tentato una fuga disperata, ma è stato prontamente bloccato.

L’uomo, identificato poi per T. R., cittadino moldavo di 29 residente a Milano,  già noto alle forze dell’ordine, era stato da poco scarcerato proprio per un arresto per furto: è stato quindi (nuovamente) arrestato ed è a disposizione dell’Autorità Giudiziaria per l’udienza di convalida e giudizio direttissimo. Il furgone – che conteneva anche  strumenti atti allo scasso come piedi di porco e tronchesine – è poi risultato rubato a Urbino nel mese di febbraio di quest’anno.

La refurtiva, del valore di oltre 30mila euro, è stata interamente restituita al proprietario del negozio.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Jesi: esce di prigione e tenta un altro furto, arrestato in via Del Lavoro

AnconaToday è in caricamento