«Correte, ci sono stati i ladri in casa». Ma alla fine è lui ad essere denunciato

Dalla villetta spariscono i soldi, ma i carabinieri ritrovano un fucile non regolarmente detenuto: beffa per il derubato che ora passerà dei guai con la giustizia

Foto di repertorio

Furto con beffa per un tedesco residente al Taunus di Numana. I ladri gli hanno portato via un discreto gruzzolo di denaro, ma alla fine a pagare il conto con la giustizia è stato lui: i carabinieri l’hanno denunciato per il porto abusivo di un fucile che hanno rinvenuto nella sua villetta durante il sopralluogo di furto.

Una vera beffa per il tedesco che venerdì pomeriggio era uscito insieme alla moglie per compere. Si erano assentati per poco tempo. Al rientro, attorno alle 18,30, hanno trovato il vetro di una finestra rotto e la casa a soqquadro: sono spariti circa mille euro in contanti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La coppia ha subito dato l’allarme al 112, non senza difficoltà nell’esprimersi in italiano. Durante il sopralluogo è emerso che il proprietario non aveva denunciato la detenzione di un fucile, per questo l’arma è stata sequestrata e lui passerà dei guai. Secondo gli inquirenti non si tratta di una banda organizzata ma di qualche ladrucolo di passaggio perché l'abitazione dei tedeschi è stata l'unica saccheggiata e non è stato rubato altro. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La piazza come una latrina, sorpreso a defecare: costretto a pulire i suoi escrementi

  • Nuovo Dpcm, nessun divieto di circolazione: stop anticipato a bar e ristoranti

  • Nuovo Dpcm, arriva la firma di Conte: ecco cosa cambia da lunedì 26 ottobre

  • Folle corsa per la città, tra speronamenti e sorpassi: l'inseguimento e poi l'incidente

  • Il vento della protesta arriva anche ad Ancona

  • Contagio in aula, allarme in una scuola dell'infanzia: scatta la quarantena per i bimbi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AnconaToday è in caricamento