Giovedì, 17 Giugno 2021
Cronaca Piazza Benvenuto Stracca

Centro storico: ladri in azione in piazza Stracca e via del Faro

Ladri in azione nel centro storico di Ancona, lunedì mattina, con un colpo in piazza Stracca e un altro in via del Faro. Vittime l'artigiano Andrea David e Alessandra Peverieri, nipote del mitico chef Paolo

Ancona, via del Faro

Ladri in azione nel centro storico di Ancona, lunedì mattina, con un colpo in piazza Stracca – proprio di fronte al palazzo degli Anziani – e un altro in via del Faro.

PIAZZA STRACCA. Vittima del furto il commerciante Andrea David, il titolare del laboratorio artigianale “La  Congrega del cuoio”, in via degli Orefici. Riporta il Messaggero che al momento del furto – circa le 11 e 30 –  David si trovava al lavoro, è stato un vicino ad accorgersi che qualcosa non andava. Era appena uscito dalla doccia quando alcuni forti colpi hanno attirato la sua attenzione, facendolo andare sul pianerottolo: lì ha visto la porta del commerciante abbattuta, e due donne rom, cariche di biancheria, ne sono schizzate fuori fuggendo a gambe levate. Il vicino le ha inseguite lungo la tromba delle scale, ma non è riuscito a fermarle. A quel punto ha subito contattato l’artigiano, che è tornato per effettuare la cernita dei danni: in casa non erano custoditi oggetti di valore, ma sono comunque stati sottratti alcuni gioielli di valore affettivo e un orologio di marca.
Riporta sempre il quotidiano che i criminali avevano pianificato tutto: lo spioncino del vicino era stato oscurato con un cerotto, mentre la porta della vittima designata era stata aperta in due parti e sfondata.

VIA DEL FARO. Tra le 10 e mezzo e le 14 si è consumato un secondo furto, in via del Faro, ai danni di Alessandra Peverieri, nipote del conosciutissimo chef Paolo Peverieri, maestro dello stoccafisso. I ladri hanno forzato l’uscio, chiuso il gas e rovesciato l’appartamento come un calzino: alla donna ci sono volute ben 5 ore per rimettere tutto a posto.
Professionisti all’opera, a quanto si apprende: gli accurati rilievi della scientifica non hanno infatti rilevato impronte digitali.

La fatica dei ladri non è però  valsa il bottino, costituito solo da un orologio d’oro, purtroppo di grande valore affettivo per la vittima. Questo, e l’inevitabile sensazione di violazione che rimane a chi subisce episodi di questo tipo.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Centro storico: ladri in azione in piazza Stracca e via del Faro

AnconaToday è in caricamento