Senigallia, ruba un intero reparto di telefonia: arrestato un 27enne

Nel borsone c'era un intero reparto di elettronica e telfonia: 95 telefoni cellulari quasi tutti smartphone: 7 Iphone di "Apple", 3 Lumia "Microsoft", 14 "Huawei", 33 "Samsung", 10 "LG", 19 "Nokia", 1 "Brondi" e molti altri

Refurtiva

Tentato furto al centro commerciale Il Maestrale. I carabinieri di Senigallia, guidati dal comandante Cleto Bucci, sventano un colpo da 25mila euro e poi arrestato un ladro. A finire in manette è stato V. C. G:, 27 anni di origini rumene. Lo stesso giovane stamattina è stato condannato tramite rito per direttissima alla pena di 1 anno e 4 mesi di reclusione, mentre gli investigatori stanno cercando il complice, scappato a bordo di una Opel Vectra di colore blu con targa rumena. Sì, perché ieri notte intorno alle 4, erano in due i ladri entrati in azione. A scoprire che c’era qualcosa che non andava nei presso del megastore, è stata la guardia giurata durante un controllo di rito. A quel punto è scattato l’allarme ai 112. I carabinieri si sono precipitati sul posto ma non sono riusciti ad entrare nel parcheggio del centro commerciale perché i ladri, prima di entrare in azione, avevano bloccato la strada con lamiere, copertoni e blocchi di cemento messi di traverso, verosimilmente raccolti in un campo vicino al parcheggio. 

Proprio in quel momento, i militari notavano due figure incappucciate che uscivano di soppiatto da un’entrata secondaria ed è scattato l’inseguimento. I Carabinieri, con l’aiuto delle Guardie Giurate dell’Ipercoop sono riusciti ad intercettare uno dei due soggetti in fuga, nel parcheggio lato nord. Una volta bloccato è stato trovato in possesso di un borsone con dentro un intero reparto di elettronica e telefonia: 95 telefoni cellulari quasi tutti smartphone: 7 Iphone di “Apple”; 3 Lumia “Microsoft”; 14 “Huawei”; 33 “Samsung”; 10 “LG”; 19 “Nokia”; 2 “Tim”; 1 “Brondi”; 1 “Sony”; 2 “NGM”; 1 “ZTE”; 2 “HTC”. Ma anche tablet di ultima generazione per un totale di più di 25mila euroDiapositiva4-2

Il complice è invece riuscito a scappare mentre lasciva sulla sua strada un passamontagna di colore nero, guanti da lavoro; una radio ricetrasmittente funzionante, 2 cacciaviti e una smerigliatrice che, come hanno poi dimostrato i video delle telecamere, era stata usata per aprirsi un varco attraverso il portellone di metallo sul retro del palazzo.  I filmati delle telecamere di sicurezza del centro commerciale ha consentito di ricostruire tutta l’azione delittuosa: i due ladri dopo aver tagliato dall’esterno la porta in metallo con la smerigliatrice, sono entrati nel centro commerciale entrambi con il volto coperto da passamontagna, si sono avvicinati alle vetrine del reparto telefonia e, dopo aver rotto i rispettivi lucchetti con un cacciavite, hanno svuotato i cassetti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Non lo vedono giorni, i vicini danno l'allarme ma è troppo tardi: uomo morto in casa

  • Parrucchieri ed estetiste fuori dal tuo Comune? Arriva lo stop dalla Prefettura

  • Nuova ordinanza, ancora sacrificio per i commercianti: vietato mangiare all'aperto

  • Lutto in Comune, morta a 45 anni la dipendente Patrizia Filippetti

  • Pauroso incidente a Sappanico, dell'auto rimane solo la carcassa

  • «Democrazia sospesa dai Dpcm, ora querele contro chi li applica: polizia e sindaci»

Torna su
AnconaToday è in caricamento