Lunedì, 17 Maggio 2021
Cronaca

Al centro commerciale per rubare consolle videogames: «Ci avremmo giocato oppure l'avremmo rivenduti»

Arrestati per furto aggravato due 33enne di Recanati pizzicati tra Marco Polo e Auchan. Rubate anche merendine dagli scaffali, mangiate sul posto a mo' di merenda

La merce rubata

Il centro commerciale come un buffet gratuito al quale servirsi come se nulla fosse. Così si sono mossi due recanatesi di 33 anni tra Marco Polo e Auchan mangiando merendine e prendendo, con molta disinvoltura, consolle, videogiochi, joypad e cappellini. Con tanto di tappa al reparto merendine per mangiare a sbafo qualcosa. Movimenti che non sono passati inosservati ai vigilantes interni che hanno subito allertato il 113. Una volante è subito intervenuta e ha trovato i due con la merce privata delle custodie e delle placche antitaccheggio.

La coppia aveva nascosto tutto sotto i vestiti. Addosso avevano anche un paio di forbici e un cacciavte. In auto è stata trovata anche una console di ultima generazione completa di tutti gli accessori e cavi per il collegamento e un rasoio elettrico. «Ci volevamo giocare noi, oppure l'avremmo rivenduta» ha detto uno dei due come se fosse la cosa più normale del mondo. Per la loro condotta è stato chiesto il foglio di via da Ancona anche perché la coppia è di nuovo libera: una volta arrestati sono stati giudicati per direttissima al Tribunale di Ancona: uno, incensurato, è stato rimesso in libertà in attesa del processo, l'altro invece ha ricevuto un obbligo di dimora nel suo comune di residenza, Recanati.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Al centro commerciale per rubare consolle videogames: «Ci avremmo giocato oppure l'avremmo rivenduti»

AnconaToday è in caricamento