Martedì, 22 Giugno 2021
Cronaca

I cespugli a bordo strada erano il covo per la refurtiva: arrestato dai carabinieri

Quattro colpi nella notte e un bottino da svariate migliaia di euro che stava per essere caricato in auto

la refurtiva sequestrata, in parte riconsegnata

Almeno quattro colpi tra Ancona e Camerano. Nel mirino automezzi di artigiani, forzati e depredati delle cassette degli attrezzi con dentro avvitatori con percussione, smerigliatrici, martelli perforatori, tassellatori a corrente, serie di cacciaviti, carica batterie e altri utensili per l’edilizia. Tutto materiale da lavoro che può arrivare a costare migliaia di euro e che, secondo i carabinieri, sarebbe sicuramente stato rivenduto. Ben 19 cassette sono state ritrovate all'alba di ieri sulla strada statale 16, all’altezza di Castelfidardo, dai carabinieri del Norm di Osimo e delle stazioni di Osimo e Loreto.

I militari dell'Arma hanno anche arrestato una persona. Un uomo di 67 anni, originario della provincia di Napoli, sorpreso in un campo adiacente alla strada mentre caricava le cassette sulla sua auto, una Fiat Stilo. Secondo l'indagine il 67enne sarebbe l'autore dei quattro furti e avrebbe utilizzato i cespugli nel campo per nascondere la refurtiva tra un colpo e l'altro. Una volta soddisfatto sarebbe ritornato a prelevare il tutto. Gli sono stati contestati il furto aggravato e la ricettazione. Nel frattempo sono state individuate quasi tutte le vittime dei furti e l’attrezzatura è stata loro già restituita.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I cespugli a bordo strada erano il covo per la refurtiva: arrestato dai carabinieri

AnconaToday è in caricamento